VirusBarrier X5 migliora la velocità

Ammettiamolo, parlare di Virus per Mac è la moda del momento, capita a fagiolo l’annuncio di Intego relativo al rilascio dell’aggiornamento di VirusBarrier X5, il suo software antivirus che viene portato alla versione 10.5.5. Interessante la caratteristica esclusiva per il software in grado di fare lo scan dei volumi di iPhone e iPod touch, oltre (logicamente) dei volumi dei Mac. L’aggiornamento 10.5.5 migliora la velocità della scansione in tempo reale, sia nella modalità manuale che in quella programmata.
In particolare, nella modalità automatica programmata, è stata incrementata l’efficacia nel controllo dei volumi condivisi in Samba, il protocollo utilizzato dai computer con Windows, probabilmente gli unici ad essere realmente interessati dal problema dell’infezione di Virus. È stata migliorata la gestione dei volumi protetti con tecnologia FileVault ed è capace di effettuare riparazioni sui file inaccessibili, grazie all’autenticazione di superuser.
Nella patch v10.5.5 ono state anche apportate diverse correzioni di bug relativi alla gestione della zona di quarantena. VirusBarrier X5 costa 69,95 dollari e richiede Mac OS X 10.4 o successivo. L’aggiornamento è eseguibile automaticamente tramite NetUpdate senza costi aggiuntivi oppure dalla pagina dedicata. Qui invece è accessibile l’archivio completo dei download disponibili sul sito del produttore.

3 commenti a “VirusBarrier X5 migliora la velocità”

    1. Assolutamente NO.
      L’antivirus è il caso di installarlo solo su Windows, e nemmeno.
      Come sempre basta il buonsenso, e l’ideale sarebbe avere un disco di avvio di emergenza dal quale eseguire lo scan del disco periodicamente, ma parlo sempre per Win.

  1. Commento di risposta scritto da Michela sul blog di Martone (ormai ridicolizzato da Dovella) che chiarisce molte cose.
    @Massimo:
    > Quindi quà non si parla solo di antivirus per Windows ma anche per Mac/OSX.
    Ok, infatti nella "Panoramica" del prodotto si legge: "…rilevando ed eliminando tutti i virus Mac conosciuti."
    Quanti sono i virus per Mac conosciuti?
    Talmente pochi e circoscritti da non giustificare affatto la scelta di utilizzare un antivirus specifico per essi (ma è ovvio che il Produttore di antivirus non potrà dirci questo, credo).
    Il vero scopo degli attuali antivirus per Mac (o per Linux) è quello di scovare i virus che potrebbero infettare un sistema Windows, rendendoci cosiddetti "portatori sani".
    Ma – a livello di uso domestico del computer – tu davvero consiglieresti di farne uso?
    Non credo, e non dovrò certo spiegartene io il perché! 🙂
    Diciamo che, per ora, la ancora scarsa percentuale di diffusione dei nostri SO non incoraggia gli "sviluppatori" di virus (e i Produttori di antivirus) ad interessarsi alle nostre piattaforme, quando sarà il momento si vedrà.
    @Dovella:
    > Mi piacerebbe comprendere cosa possa c’entrare il passaggio ad Intel coi Virus trojan etc.
    C’entra poiché con il passaggio ad Intel si è reso possibile di fatto far girare un sistema Windows su Macchine Apple, sia in emulazione, sia in Dual boot.
    Ciao a tutti
    Michela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *