Un mare di Applicazioni anche per noi

L’App Store è il negozio virtuale di Apple che permette agli utenti di scaricare le applicazioni per iOS disponibili in iTunes Store. Dall’estate del 2008 ad oggi è diventato un servizio con centinaia di migliaia di programmi che complessivamente vantano miliardi di download.
Come ampiamente discusso ieri sul forum fin dal primo momento della sua apertura, è stato avviato il nuovo Mac App Store, che permette all’utente Mac di acquistare o scaricare gratuitamente, le applicazioni per Mac OS X già presenti nel ricco catalogo, a patto di avere installato l’ultima versione di Snow Leopard.
Dopo i recenti aggiornamenti di preparazione di iWork e iLife, è stato rilasciato ieri Mac OS X 10.6.6 (disponibile Client e Server anche in versione Combo) che all’interno include la nuova applicazione App Store.app per accedere al servizio. È possibile da subito sfogliare il negozio virtuale di applicazioni per Mac, ma per scaricarne qualcuna bisognerà loggarsi con l’account già utilizzato con iTunes, anche senza Carta di Credito.
Steve Jobs ha commentato così l’evento: “Siamo convinti che gli utenti ameranno questo nuovo e innovativo modo di cercare e acquistare le loro applicazioni preferite” e se lo dice lui c’è da fidarsi. Ci sono già 1000 programmi, il doppio di quando aprì l’App Store. Ma del servizio si sa già tutto da settimane.
La finestra di App Store.app si presenta estremamente pulita, con cinque pannelli che offrono le App “In primo piano”, le “Classifiche” (suddivise in Top acquistate, Top gratuite e Top redditizie), le “Categorie”, le “Acquistate” e gli “Aggiornamenti”. Proprio quest’ultimo pannello tiene conto degli update disponibili per le App acquistate, ma non per quelle già installate; per tale motivo software come Bodega non possono darsi già per spacciati (misteriosamente ancora manca nel catalogo di Mac App Store).
Tra i vantaggi indiscussi, la possibilità di poter acquistare (per esempio) a prezzi migliori Aperture (63 euro contro i 199 della versione retail) e le singole versioni di sei programmi Apple (iPhoto, iMovie, GarageBand, Pages, Keynote e Numbers) che normalmente erano disponibili solo nei pacchetti completi di iLife e iWork.
Le funzioni di ricerca, acquisto, download, commenti, segnalazione, codici redeem e tutto il resto, rispecchiano quelle presenti in iTunes, così come l’icona del programma. È superfluo pertanto dilungarsi o approfondire più di tanto l’applicazione, ma è sufficiente affidarsi ad Aggiornamento Software per vivere la novità di questa nuova esperienza Apple. La rimozione delle applicazioni installate si effettuerà sempre manualmente, utilizzando piccoli freeware (come AppTrap) per rendere più efficace l’operazione.
Se Mac App Store dovesse riscuotere il successo sperato, ben presto Mac OS X potrebbe avere un numero di applicazioni spaventosamente elevato, da far impallidire la concorrenza nel giro di pochi anni. Questo è il primo vero, importante passo verso l’integrazione tra Mac OS X e iOS.
Per quanto molti puristi potrebbero storcere il naso è un’operazione positiva, che eleverà il nostro Sistema Operativo a traguardi mai raggiunti da nessun altro. Inoltre, almeno per ora, è possibile aggiornare Snow Leopard all’ultima versione senza usare mai App Store.app, serenamente e senza timori, per vivere il Mac come si faceva fino al giorno prima.

Attenzione: È plausibile adesso aspettarsi che a Redmond accendano di nuovo le fotocopiatrici.
😉

8 commenti a “Un mare di Applicazioni anche per noi”

  1. Ahhhhh troppe buone e belle cose da scaricare…
    sto impazzendo dalla gioia!

    Per carità… io a Emilio Fede gli voglio bene come se fosse normale ! (Roberto Benigni)

  2. Una ottima idea,adesso piano piano bisogna attendere che vada tutto a regime inserendo tutti gli applicativi sia apple che di terze parti

     Imac 24-2.4 Ghz- 4 Giga Ram- Hd 320 Giga  osx 10.6.4

  3. Io ho acquistato subito Aperture, come tanti altri ero già in possesso di questo splendido programma, ma al prezzo di 63 euro mi sembrava giusto "regolarizzare" la situazione.
    Solo un dubbio, visto che il tutto viene scaricato direttamente nella cartella Applicazioni, che succede se l’hd crasha? Mi spiego meglio, se per caso dovessi cancellare inavvertitamente il programma, quando mi ricollego con AppStore lui si accorge che il programma non c’è più e mi permette di scaricarlo nuovamente?

    1. Dovrebbe comportarsti come nell’App Store per iphone/ipad/ipod ….
      Comunque perchè non pararne nel topic creato proprio per l’App Store Mac??

      MAC mini
      iPod Nano 5 generazione da 8GB
      iPhone 3G 8GB
      iPhone 3Gs da 16GB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *