Tutta la manutenzione in un click

Yasu (Yet Another Utility System) è un programma di manutenzione gratuito disponibile presso jimmitchelldesign.com. Con questa utility è possibile eseguire tutte insieme quelle operazioni che altrimenti andrebbero fatte personalmente di volta in volta. Ad esempio permette di riparare i permessi, eseguire gli script di manutenzione periodica (giornaliero, settimanale e mensile), vuotare la cache e molto altro…
Per poter lanciare i comandi presenti nella finestra principale di Yasu sarà necessario l’inserimento della password di amministratore. Sarà possibile scegliere di spegnere o riavviare il Mac al termine della manutenzione. Logicamente al primo riavvio sarà tutto un pò più lento del normale, poiché il Sistema Operativo dovrà ricostruire i nuovi file eliminati, reinizializzare i registri o riassegnare le applicazioni ai file, ma dopo qualche minuto e dopo un altro riavvio si noterà un netto e progressivo miglioramento.
La nuova versione 2.6.6 (rilasciata molto recentemente) risolve un problema segnalato da alcuni utilizzatori, relativo alla visualizzazione inattesa del messaggio “Errore 2”. Questo update dimostra che Jim Mitchell ancora lavora al software e, nonostante la collaborazione stretta con alcuni amministratori di sistema di servizi di grandi gruppi, ascolta attentamente anche le esigenze degli utenti comuni.
Yasu 2.6.6 è un’utility compilata in Universal Binary, che si usa e si scarica gratuitamente dalla pagina di download del sito ufficiale, ed il funzionamento è garantito su computer Apple con Mac OS X 10.4 fino all’ultima versione di Snow Leopard. Per chi ha macchine vecchie, ferme a Jaguar o Panther, lo sviluppatore conserva ancora la collaudata versione 1.0.3 di Yasu.
Le donazioni sono come al solito ben accette, e gratificano il lavoro degli sviluppatori indipendenti. Ricordiamo di NON utilizzare software di manutenzione se il Mac NON presenta anomalie o rallentamenti, e di verificare periodicamente lo stato di salute del disco di avvio tramite Utility Disco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *