Teletrasportare il mouse da un Mac all'altro

Teleport è un programma che permette di utilizzare più computer in una stessa rete (Lan, Airport, Wi-Fi) con un solo mouse ed una sola tastiera. Il software scritto dal giovane sviluppatore di Abyssoft, Julien Robert, non si fa trovare impreparato per Snow Leopard.
Viene aggiornato alla versione 1.0.2 aggiungendo la compatibilità con Mac OS X 10.6 e risolvendo alcuni trascurabili bug. Per mesi infatti in software non ha mai mostrato cenni di instabilità o insicurezze che potessero far rimpiangere un update.
Teleport 1.0.2 si presenta come un piccolo e potente pannello aggiuntivo per le Preferenze di Sistema, utile a manovrare con due o più Mac a portata di occhio, magari affiancati tra loro, come una serie di portatili o una combinazione mista di varie macchine.
Non si tratta di un controllo remoto tradizionale dove dal un solo monitor si controlla lo schermo di un altro Mac, ma il contrario: una sorta di “scrivania estesa” dei Mac collegati, o più facilmente un “mouse teletrasportato”.
Dopo aver attivato teleport basterà “spingere” il mouse, sul lato prestabilito dello schermo, per raggiungere con il puntatore i monitor dei Mac desiderate e controllarli come fossero lo stesso computer. Incredibilmente comoda la possibilità di trascinare gli appunti ed i file tra i vari Mac condivisi semplicemente con un istintivo drag&drop.
L’applicazione si può controllare anche dal menù extra sulla barra superiore del Finder, è localizzata in italiano (oltre che inglese, francese, tedesco, spagnolo, danese, ceco) ed retrocompatibile fino a Mac OS X 10.3.9 “Panther”.
Teleport 1.0.2 è un software gratuito, ma come tutti i programmi immancabili meriterebbe almeno una donazione.

Un commento a “Teletrasportare il mouse da un Mac all'altro”

  1. Bellissimo lo sto usando da due giorni tra un iMac 20 appena acquistato e un vecchio G4 PowerMac 687 dual ed è comodissimo l’unica precauzione dopo l’installazione sul G4 (consigliata dal sito versione 1.0.1) anche se non lo chiede è meglio fare il riavvio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *