Scrivere con il Mac

Se si escludono i software minimalisti (come TextEdit per Mac e NotePad per Windows), il mondo degli editor di testi è diviso tra Word di Microsoft (lo standard di fatto) e il resto del mondo. Oggi si fanno sempre più spazio le alternative come OpenOffice.org, Pages di Apple, Bean e molti altri, come lo storico BBEdit per programmatori.
Literature & Latte è stata fondata nel 2006 in Cornovaglia (Inghilterra) con l’unico scopo di creare un software che aiuti nel processo creativo della scrittura di testi lunghi. Non è nata inizialmente come una società di software ma lo è diventata giocoforza, complice anche il successo meritato del software Scrivener.
Il programma, allo stesso tempo strumento di project management e word processor (per qualcuno un incrocio tra word processor e software di impaginazione), è stato pensato per scrittori, sceneggiatori e romanzieri, o per scrivere lunghi documenti scientifici. Permette di tenere organizzati appunti, note, caratteri, bozze, impostare etichette, aggiungere TAG associati al documento, riferimenti esterni, organizzare ottimamente i capitoli per sinossi, disporre le bozze altrove e inserire tutto il materiale raccolto (immagini, documenti, pagine web, PDF, suoni, ecc…) nella sezione “Research” prima di iniziare a scrivere.
Le funzioni disponibili sono davvero tante e mirate, come la possibilità di proiettare a tutto schermo il proprio testo (per aumentare la concentrazione nella lettura e nella scrittura), la funzione snapshot per “immortalare” più versioni del documento ed ottenere dei punti di ripristino, e la possibilità di esportare in vari formati, inclusi quelli di Word, HTML, ePub o puro testo.
Scrivener, dopo due anni di sviluppo, è stato rilasciato da ieri nella nuova versione 2.0 e costa meno di 35 euro (e meno di 30 in versione educational). È disponibile per il download in versione demo, per ora solo per Mac OS X, ma in futuro arriveranno versioni per iPad, iPhone e forse addirittura per Windows.
Per scoprire le potenzialità enormi del programma è possibile sfogliare la galleria di filmati che lo vedono al lavoro. Siamo sicuri che Scrivener 2 piacerà anche a Marco Freccero e stuzzicherà gli altri amici scrittori del nostro sito.

2 commenti a “Scrivere con il Mac”

  1. TexEdit è un editor di testo minimalista NotePad di windows è una versione volutamente castrata di Word, non equipariamoli. Con TexEdit è possibile fare anche cose avanzate con NotePad sei fortemente limitato. TexEdit è utilizzato con frequenza dalla maggior parte dei Macchisti, non credo sia lo stesso per NotePad di Microsoft.

  2. Uso da un paio d’anni Scrivener e lo trovo il migliore tra tutti i software per la scrittura creativa. Ho aggiornato ieri a 2.0 e non vedo l’ora di provarlo. Tra le altre novità c’è un inizio di integrazione con l’iPad, per ora attuata solo con una sincronizzazione "mediata" da app di terze parti come Simplenote e Index Card for iPad, speriamo venga presto una versione stand alone di Scrivener per iPad…

    Ugo M.
    “Life is what happens to you while you’re busy making other plans” J. Lennon
    http://www.ugomazzotta.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *