Rippare CD su Mac correggendo gli errori

A cosa serve Max quando basta trascinare le tracce in una cartella per copiare un cd audio?
Max è uno stupendo freeware (Universal Binary e scritto in Cocoa) che permette di rippare CD e di comprimere le tracce ottenute con diversi codec o con l’utilizzo di Core Audio di Mac OS X. Tuttavia non è questo il punto di forza del software, grazie all’algoritmo di correzione errori cdparanoia integrato, Max permette una copia del CD ad elevatissima qualità, anche quando sono presenti imperfezioni sul supporto originale, per questo motivo non dovrebbe mancare nella cartella Applicazioni dei Mac Audiofili incalliti. L’estrazione delle tracce dal CD risulta più lenta rispetto a iTunes, ma in casi di cd rovinati ne vale davvero la pena.
Max sfrutta componenti open source e le risorse di Mac OS X per fornire un’alta qualità di conversione, per esempio, la codifica MP3 è realizzata con LAME, Ogg Vorbis con codifica aoTuV, FLAC con codifica libFLAC, e AAC e Apple Lossless con codifica Core Audio.
È quasi superfluo dire che i brani convertiti nei principali formati conservano tutte le informazioni degli artisti e le copertine degli album, inoltre Max è integrato con MusicBrainz per consentire il recupero automatico delle informazioni di compact disc e scriverà questi metadati nei formati in uscita MP3, FLAC, Ogg (FLAC), Ogg (Vorbis), Monkey’s Audio, WavPack, AAC, Ogg Speex e Apple Lossless. Tra i formati di uscita segnaliamo anche AIFF, e WAVE.
Max, per Mac OS X Tiger o successivi, si scarica sotto licenza GNU General Public License (GPL) da qui ed il suo download pesa meno di 5MB.
Il software è appena stato aggiornato portando migliorie in alcune conversioni, una nuova codifica FastTracker 2, ed una serie di bugfix che coinvolgevano i file di origine 24-bit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *