Riparare i permessi del disco

Apparentemente il titolo dell’articolo e la sua testata grafica potrebbero sembrare scoordinati, eppure un legame c’è! Sul numero di febbraio di Macworld (la rivista italiana dedicata al Mac), un utente Mac in difficoltà chiede aiuto nella rubrica SOS Mac OS:
“Ho problemi con Utility Disco che non mi verifica e ripara i permessi. Ho allegato la schermata per segnalare il problema. La cosa succede da quando ho installato la chiavetta USB di Tim per Alice Mobile. Ho provato a disinstallare il software della chiave USB, ma i permessi rimangono bloccati. Ho fatto anche la verifica del disco ed è tutto ok. Cosa devo fare?”.

L’amico lettore ha una brutta gatta da pelare, però sa di poter confidare nell’aiuto della redazione di Macworld, che ogni mese risponde (e felicemente risolve) i problemi dei numerosi lettori della rivista. Purtroppo stavolta l’ottimo Roberto Cattaneo è “andato liscio” e non coglie la strada giusta, anche perché non scaricando il driver del modem TIM non ha riprodotto l’evento sul suo Mac.

Infatti dietro ad un’apparente questione di struttura del disco e di directory danneggiate c’è qualcosa di molto grave, non perché Mac OS X non funzioni bene, ma perché (incredibile) l’installer del software ONDA-TIM Connection Manager, dopo aver chiesto e ricevuto la password di amministratore in fase di installazione, distrugge senza pietà gli elementi contenuti in Libreria/Receipts, incluso il database relativo alle ricevute degli installer e alle dipendenze dei permessi, insomma butta tutto. Non sarà possibile ripristinare la situazione se non archiviando e installando Mac OS X ex-novo, ma attenzione, alla successiva installazione del software ONDA Connection Manager (o Alice MOBILE) la possibilità di ritrovarsi al punto di partenza è elevata.

Come fare allora per installare questa versione così disgraziata del programma? Ci sono almeno due strade.
1 Loggarsi da root, comprimere la cartella Receipts ed installare il software, successivamente basterà buttare la vuota e recuperare la piena scompattando il file Receipts.zip;
2 (consigliato) Utilizzare Pacifist per aprire l’installer ONDA-TIM Connection Manager e installare con esso tutti i componenti richiesti.
A questo punto basterà un riavvio per ritrovarsi un Mac funzionante ed una chiavetta Ducati Corse MDC525UP pronta a ruggire. Rimane l’enorme punto di domanda alla quale forse non avremo una risposta: Chi e perché ha realizzato quest’ultima versione di ONDA-TIM Connection Manager in maniera da debilitare Mac OS X nella riparazione dei permessi e nell’aggiornamento software? La pagina dedicata sul sito di Alice illustra chiaramente come installare passo passo il programma, spingendo l’utente a rendersi complice inconsapevole della manomissione di Mac OS X. Va escluso Leopard dalla lista dei presunti colpevoli, poiché il disastro si verifica anche su Tiger.

3 commenti a “Riparare i permessi del disco”

  1. Sarebbe anche utile sapere a chi si chiedono i danni in un caso del genere, considerando che non e’ la prima volta che i prodotti software di Telecom & C. fanno pasticci del genere, ma questa volta credo che abbiano superato se stessi.

  2. sempre più felice di aver attivato Fastweb, anche per non dare i miei soldi a quello s—– di Tronketti Provera (che il tronco gli vada dove non batte il sole).

    Stay Hungry. Stay Foolish.

  3. la cosa migliore infatti è utlizzare mobile connect (free) oppure launch2net (€ 42)…io mi ci trovo benissimo.navigo con una huawei E220 con una sim tim.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *