Rilasciato Mac OS X 10.5.3 (build 9D27)

È arrivato circa alle 20.00 di ieri sera il tanto atteso update per aggiornare Leopard all’ultima versione disponibile. Dovrebbero essere scomparsi tutti (o quasi) i problemi di gioventù del nostro amato Sistema Operativo.
Il lungo elenco di componenti aggiornati include Airport, Rubrica Indirizzi, Automator, iCal, iChat, Mail, Spaces, Controlli Censura, Time Machine e VoiceOver (che include Braille Update 1.0). Si segnala la compatibilità con i formati RAW di nuovi modelli di fotocamere, un più corretto funzionamento di Active Directory, di Spotlight su volumi AFP, dei backup di Aperture 2 e viene finalmente risolto il bug del font Helvetica.
L’installazione dell’aggiornamento risulta rapida anche su macchine G4 abbastanza datate, presentando in quasi tutti i casi l’ormai popolare doppio riavvio. Come sempre si raccomanda di tenere il Mac acceso per qualche minuto senza lavorare, dopo un aggiornamento così profondo.
Nessun problema segnalato per ora da chi ha fatto l’aggiornamento su macchine PPC e Intel (abbiamo aggiornato PowerBook; MacBook e MacBook pro; Macmini Intel; iMac G5 e Intel; PowerMac G5, MacPro e Mac Pro 2008).
L’update si scarica dal tradizionale pannello Aggiornamento Software, oppure delle pagine dedicate sul sito Apple.
La versione Delta di Mac OS X 10.5.2 pesa 420 MB, mentre la Combo, che permette l’aggiornamento già dalla versione 10.5, richiede un download di 531 MB. In alcuni casi, a prescindere dal tipo di processore, l’aggiornamento può pesare “appena” 198MB (è il caso di Stefano), basta comunque affidarsi al sistema di aggiornamento integrato per scaricare l’update adatto. Chi è costretto a scaricare il file stand-alone per poi installarlo in un secondo momento, dovrebbe utilizzare la versione Combo (se non si hanno problemi ad effettuare un download così pesante).
Sul sito Apple è disponibile l’elenco completo dei componenti coinvolti da questo importante aggiornamento del Sistema Operativo.

2 commenti a “Rilasciato Mac OS X 10.5.3 (build 9D27)”

  1. Ovviamente anche la versione server di Leopard guadagna importanti aggiornamenti.
    Migliorati Directory Services, Active Directory, Collaboration Services, iCal Server, la gestione della rete e della posta elettronica.

  2. non capisco essendo l’upgrade di 420 mb perche ne richieda circa 3 gb
    dato che avevo il download saturo ho dovuto svuotarlo

    imac g3 333.mac osx.3– mini mac core due duo1.83 4gb 500 hd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *