Quando l'iSight ci fa la spia

MacHouse aggiunge, al suo già ricco catalogo software, il nuovo 3rdDefense: un programma della categoria “sicurezza”, che permette la ricezione via e-mail di quanto viene catturato dalla iSight del proprio computer.
Il programma non si accontenta di scattare foto, ma di fare interi filmati di sorveglianza con l’iSight presente ormai in quasi tutti i Mac. Una semplice applicazione che permette all’utente di registrare periodicamente filmati dalla webcam incorporata (o collegata esternamente) ed inviarli ad intervalli regolari a se stesso tramite e-mail, allegandoli in formato QuickTime MP4. È un programma che può tornare utile anche per la sorveglianza di uffici, locali e abitazioni durante la propria assenza. È possibile decidere ed impostare il numero di volte e la durata della ripresa, per scoprire quanto succede al proprio Mac ed a qualsiasi distanza.
Certamente 3rdDefense non sarà l’arma principale di protezione dei furti di un Mac portatile, e nemmeno fermerà i ladri professionisti, ma potrebbe essere in grado di scoprire i lineamenti del ladro e il suo numero IP dal quale si sta connettendo, potendo risalire facilmente, e con una certa precisione, all’area geografica.
Il software tiene un registro di quando i messaggi sono stati inviati ed a quali indirizzi e-mail, con un orologio interno che terrà aggiornati al secondo sul prossimo ciclo di filmati programmati.
3rdDefense costa circa 19.95 dollari, richiede un qualsiasi Mac con QuickTime 7.5, Mac OS X 10.5 o superiore, ed ovviamente una iSight. Indispensabile la connessione Internet ed un server SMTP per l’invio delle notifiche. È disponibile per il download una versione Trial del software per valutarne successivamente l’acquisto. Per la rimozione del software basterà chiudere ed eliminare l’applicazione, la cartella 3rdDefense (Trial) in Supporto Applicazioni ed un paio di file invisibili (con il punto davanti) creati nella cartella Preferences.PS: Chi sarà mai quel talebano nella foto?
😛

Un commento a “Quando l'iSight ci fa la spia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *