Proteggere i dati privati del proprio Mac

Per nascondere i propri file da persone non autorizzate esistono dozzine di tecniche, ma proteggere in maniera efficace i propri dati dagli occhi indiscreti (anche di un professionista) può diventare un’operazione complicata e dispendiosa in termini di tempi.
Con l’utilizzo del nuovo Cryptomfs la sicurezza dei dati sensibili è alla portata di tutti. Il programma, realizzato da Christoph Hohmann permette di creare e montare un volume protetto da password e dal dimensionamento incrementale. Cryptomfs utilizza infatti una directory (un pacchetto con estensione cryptofs) per memorizzare i file crittografati, ed accessibili soltanto inserendo la password impostata alla creazione del file cryptofs.
Il supporto ad Accesso Portachiavi, permette di risparmiare l’inserimento della password quando vi si accede dal proprio account, tuttavia da qualsiasi altra postazione bisognerà avere questa chiave, altrimenti i file verranno visualizzati solo con le informazioni relative al peso ed alla data di modifica e creazione, ma l’accesso sarà impossibile.
La creazione di nuovi filesystem è estremamente semplice, ogni volume può avere il nome preferito ed una icona personalizzata, ma la caratteristica interessante è la compatibilità con altri Sistemi Operativi, funzione fondamentale per chi ha l’esigenza di cambiare spesso piattaforma.
Il download di Cryptomfs si effettua gratuitamente dalla pagina dello sviluppatore. Per poter funzionare richiede Mac OS X 10.5 (Leopard) e l’installazione di MacFUSE, anch’esso gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *