Pixelmator, lo straordinario

I due fratelli Saulius e Aidas Dailide forse non avrebbero mai immaginato il successo raccolto dal loro software Pixelmator; infatti l’ormai affermato editor di immagini per Mac OS X è diventato insostituibile per molti estimatori e sono state scaricate almeno 50.000 copie del software.
Il veloce e potente programma, aggiornato da qualche giorno alla versione 1.4, dispone di tutto il necessario per creare, modificare e migliorare le immagini su più livelli, ma non in modalità cmyk, per questo motivo si presta soprattutto ad un impiego casalingo o per la creazione e la modifica dei contenuti Web.
Le novità introdotte in questa nuova versione sono davvero molte per poterle elencare tutte, ma le principali riguardano: il nuovo motore di pittura; il nuovo pennello impostazioni dalle numerose opzioni; il pennello preset; il supporto ai pennelli artistici di Photoshop con numerose possibilità di importazione, esportazione e l’uso del drag & drop; nuovo filtro generatore di nuvole; maggiore precisione, opzioni e prestazioni degli strumenti di pittura; miglioramento dell’interfaccia e arricchimento dei menu contestuali; inoltre nuove funzioni generali, ottimizzazione del peso dell’installer e numerosi bug risolti.
Pixelmator supporta più di 100 formati di files, oltre ad aprire e salvare i classici PSD, TIFF, JPEG, PNG, PDF ed EPS. È possibile effettuare il download per installare la demo, mentre il software completo costa 59 dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *