Benvenuti nello studio del dottorMac!
2 Aprile 2020

Power Mac g5 Dual-core



La potenza assume forma terrestre, con i nuovi Power Mac G5 Dual e Power Mac G5 Quad. Ecco quindi i processori PowerPC dual-core, una moderna architettura PCI Express e una super-veloce grafica di livello workstation, con prezzi a partire da 2.079 €. Potenza e produttività permettono di anticipare i tempi di consegna e stupire i clienti: nonostante i lineamenti delicati, questo G5 è un vero mostro.

Elaborazione G5 a quattro mani
Con due processori dual-core, Power Mac G5 Quad raddoppia la potenza del predecessore dual-processor. Facciamo due conti: l’elaborazione quad-core mette a vostra disposizione quattro Velocity Engine e otto unità in virgola mobile a doppia precisione, per garantirvi eccellenti prestazioni fino a 76,6 gigaflop. Ad esempio, potrete manipolare montagne di immagini e chilometri di pellicola. Macinare enormi set di dati. Codificare video HD o audio con elevato bit rate. Naturalmente, a velocità che mai avevate immaginato possibili.

Moderna architettura PCI Express
Una nuovissima architettura PCI Express vi apre un mondo di periferiche ad alte prestazioni per la piattaforma Mac. Due slot a quattro corsie e uno slot a otto corsie sono progettati per le più recenti schede di espansione I/O video, DSP audio e Fibre Channel, così potrete contare su una potenza e una produttività strabilianti in un unico sistema. E con memoria principale DDR2 a 533MHz e Dual Gigabit Ethernet integrata, personalizzerete facilmente il vostro Power Mac G5 secondo il vostro flusso di lavoro professionale; per non parlare del fatto che potrete unirvi a un media network Xsan rimanendo contemporaneamente collegati a Internet.

Grafica di livello workstation
La grafica raggiunge tutto un nuovo livello di realismo con le ultime schede grafichePCI Express. Gestite due monitor Apple, compreso un meraviglioso Apple Cinema HD Display da 30″, da qualsiasi Power Mac G5. O passate alla soluzione grafica per workstation più veloce del settore, la scheda NVIDIA Quadro FX 4500, per veloci e intuitivi effetti, animazione 3D e applicazioni “stereo-in-a-window” (letteralmente, stereo in una finestra).(1) Quanta realtà siete in grado di gestire? Provate ad aggiungere fino a otto monitor Apple Cinema Display interamente digitali al vostro Power Mac G5 e gustatevi una vero e proprio sogno di viste mozzafiato.(2)

Enormi potenziamenti delle prestazioni
Quad-core è una tipologia di elaborazione che accelera notevolmente le prestazioni delle applicazioni “real-world”. Prendiamo, ad esempio, Adobe After Effects: Power Mac G5 Quad esegue rendering di immagini 3D con una velocità fino al 69% superiore rispetto al più veloce Power Mac G5 dual-processor mai realizzato.(3)

Scienziati, ricercatori e sviluppatori trarranno grande vantaggio da potenziamenti delle prestazioni così marcati. Realizzare un progetto Xcode su un sistema Power Mac G5 Quad, ad esempio, risulterà più veloce del 76% rispetto al più veloce Power Mac G5 dual-processor a 2,7GHz.(3)

Apple e i contenuti video: difficoltà in vista?

“La ricerca di partner per la fornitura di contenuti video per iTunes potrebbe rappresentare un problema per Apple. Cerchiamo di analizzare i motivi”…Secondo i risultati di un’indagine condotta tra i principali produttori di contenuti audiovisivi americani e pubblicati dall’agenzia Reuters, pare che Apple Computer stia incontrando qualche problema nelle trattative con i produttori per ciò che concerne la fornitura di contenuti da rendere disponibili per la fruizione con il nuovo lettore iPod con funzionalità di riproduzione video.

Pare quindi che il modello applicato (a quanto pare con un certo successo) in passato da Apple alla commercializzazione di brani musicali non sia altrettanto efficace per ciò che concerne la distribuzione di contenuti video. Reuters afferma infatti che compagnie come NBC e CBS siano piuttosto perplesse circa l’effettivo ritorno economico della distribuzione dei contenuti video. Le due compagnie, infatti, avrebbero espresso disappunto non tanto per gli eventuali costi per la realizzazione o la conversione di video di piccole dimensioni (costi che, pare, siano piuttosto esigui), quanto più per il prezzo al pubblico che, a detta loro, sarebbe troppo basso.

Per altro vi sarebbero alcuni precedenti relativi al downloading legale di materiale televisivo: i siti CinemaNow e MovielLink. Secondo quanto appreso da Reuters il business legato a questo tipo di servizio, nonostante sia cresciuto nel corso degli anni, è rimasto di proporzioni contenute e poco rilevanti.

Non solo: diversi problemi sarebbero rappresentati anche dalla percentuale di compenso per gli attori e per i produttori. Con la distribuzione dei programmi televisivi e dei filmati per iPod video, gli artisti e i produttori non riceverebbero niente, a differenza di quanto avviene, ad esempio, con la vendita di film su supporto DVD. In questo caso infatti, in media il 20% del ricavato dalle vendite dei DVD viene girato ad attori e produttori. Ed è inevitabile che questo tipo di problema verrà ulteriormente amplificato se e quando il nuovo iPod inizierà a diffondersi massicciamente tra il pubblico.

Sarà interessante comunque seguire gli sviluppi della vicenda anche in un quadro più ampio, dal momento che la compagnia di Cupertino si troverà a breve a dover rinnovare anche i contratti con le major discografiche, che sono prossimi alla scadenza. Da diverso tempo è nota l’intenzione delle major di voler riconsiderare i prezzi per i quali attualmente viene fornito il servizio, intenzione già criticata da Steve Jobs in occasione dello scorso Apple Expo.

Quando Jobs propose i contratti alle major nel 2003, queste accettarono senza riserve, dal momento che per fronteggiare il problema della pirateria allora ogni soluzione pereva percorribile. Ora, dopo due anni di attività i risultati ottenuti da iTunes hanno dimostrato che il download legale di brani musicali è un mercato che può essere remunerativo e le major non vogliono quindi lasciarsi sfuggire l’opportunità di poter arrotondare le proprie entrate.

Il problema della pirateria, però, non è così pressante per i produttori di materiale audiovisivo che quindi non sono nella situazione di voler cercare strategie di distribuzione alternative alle attuali. Questa, in realtà, è forse la principale motivazione per le difficoltà che Apple sta incontrando nella ricerca di nuovi fornitori di materiale per l’iPod video.

Fonte: Reuters/google news

iPod e iMacG5

Mettete in movimento la vostra musica
Per prima cosa, iPod permette di portare la vostra musica in tasca, poi dà spettacolo. Fino a 15000 brani e fino a 150 ore di video su uno schermo QVGA a colori da 2,5 pollici. iPod fornisce immagini e suoni in un design più leggero e sottile, nel classico bianco e in un elegante nero. Schermo a colori con risoluzione di 320 x 240 pixel, iPod vi fa visualizzare foto e guardare video MPEG-4 e H.264. Con soltanto 11 mm di spessore, la versione di iPod da 30GB occupa fino al 45 percento di spazio in meno rispetto all’ iPod originale. Anche il modello da 60GB è più sottile del 10 percento rispetto al modello da 30GB di quarta generazione. Con il cavo opzionale AV di iPod si possono riprodurre video e presentazioni di foto con sottofondo musicale sulla TV. Potete anche abbinare il nuovo Apple Remote (telecomando) con l’ opzionale iPod Universal Dock per controllare musica, video e presentazioni da una parte allíaltra della stanza.

I nuovi iMac già in vendita
Apple ha pubblicato le caratteristiche e i prezzi dei nuovi iMac per il mercato italiano.
Le macchine sono solo due, una da 17 e una da 20 pollici. Il modello base ha processore G5 da 1.9 GHz, 512 MB di Ram (SDRAM DDR 2 da 533 MHz7, disco da 160 GB, masterizzatore dual layer da 8X, scheda Radeon X 600XT con 128 MB di Vram. In dotazione c’è anche il Migthy Mouse, il tutto ad un prezzo di 1379 euro, Iva inclusa. Il modello da 20 pollici ha processore da 2.1 GHz, un HD da 25O GB. Per il resto ha le stesse specifiche del modello da 17 pollici. Il prezzo è di 1.799 euro iva inclusa. Gli iMac di nuova generazione hanno una telecamera iSight integrata e hanno il telecomando “Apple Remote” che controlla l’applicazione multimediale Front Row, un’applicazione per la gestione dei file multimediali sul Mac.

L’eMac non è più nel listino di Apple.
Il computer di Cupertino, l’ultimo con schermo CRT, è stato cancellato dall’offerta al pubblico consumer. Purtroppo non sembra disponibile neanche per il setture educational.

Aggiornati pure iTunes e QuickTime che giungono rispettivamente alla versione 6 e 7.0.3

Nuovo iMac G5

Ecco a voi iMac G5

Tutto nuovo e ancora migliore
Potenziato da nuove funzionalità e da prestazioni migliori riunite in un design più elegante che mai, il nuovo iMac G5 cambierà il modo di interagire con il vostro computer e con le vostre librerie di musica, foto e film.

Un posto in prima fila
Da oggi potrete utilizzare il vostro Mac in modo del tutto nuovo. L’ interfaccia Front Row e il telecomando Apple Remote vi permettono, infatti, di selezionare a distanza la musica, le foto, i film e i DVD lontano dalla scrivania, da una parte all’ altra della stanza.

Design ultrasottile all-in-one
Disco rigido, altoparlanti stereo, SuperDrive con caricatore automatico, iSight integrata e molto più: tutti i componenti di iMac G5 sono racchiusi nello schermo panoramico piatto, oggi più sottile che mai. Sul pannello posteriore sono situate due porte FireWire e tre USB, senza contare le due porte USB sulla tastiera. E quando non utilizzate il vostro Apple Remote, lo potete mettere al sicuro attaccandolo all’ iMac sotto il SuperDrive.

iSight
Ora iMac G5 racchiude una videocamera iSight, quasi invisibile, integrata sopra lo schermo. Funziona con iChat AV per facilitare enormemente le vostre videoconferenze. Potrete inoltre scattare foto grazie al nuovo e divertente software Photo Booth, con lo schermo di iMac che si comporta come un vero e proprio flash. Dopo aver scattato una foto, Photo Booth permette di aggiungervi effetti divertenti prima di inviarla per e-mail o salvarla come uníicona dei contatti.

L’hub digitale per eccellenza
iMac G5 include Mac OS X Tiger e la suite di applicazioni iLife ’05, per cui è subito pronto a trasformarsi nel centro della vostra vita digitale. Componete album di foto, guardate o create un film, controllate le condizioni del tempo e altro ancora. Il tutto da subito, non appena tirate fuori il computer dalla confezione.

Tecnologia wireless integrata
iMac G5 vi permette di tuffarvi subito in un mondo wireless, infatti integra sia AirPort Extreme 802.11g sia la tecnologia Bluetooth 2.0+EDR.

Nuovi iPod Video

Ecco a voi iPod Movie

Non solo musica
Scoprite l’ evoluzione della rivoluzione. Prima riproduceva canzoni. Poi vennero le foto, a cui si aggiunsero i podcast. Ora che riproduce anche i video, iPod cambierà il vostro modo di vivere la musica e il vostro player. Ancora una volta. Disponibile in versioni da 30GB e 60GB, più leggere e sottili, a partire da € 329, il nuovo iPod è musica per i vostri occhi.

iTunes per il vostro cellulare

Ecco a voi iTunes per il vostro cellulare. Con iTunes e un Motorola ROKR, potrete ascoltare musica sul telefono ovunque vi troviate, in qualsiasi momento.

Non solo squilli
Con iTunes per il vostro cellulare, le canzoni affiancano i contatti in un tripudio musicale. Ascoltate una selezione dei vostri brani preferiti mentre inviate SMS, scattate foto o controllate la posta, utilizzando gli auricolari stereo inclusi o gli altoparlanti del cellulare ROKR. Potete persino mettere in pausa la musica quando squilla il telefono, così non perderete nessuna chiamata.Il suono della semplicità
Il comodo menu di interfaccia iTunes del telefono Motorola ROKR vi permette di scorrere le playlist, selezionare un brano e riprodurlo con tanto di illustrazione di copertina, in più potete scegliere la riproduzione casuale direttamente dal menu principale. Trasferire la vostra musica su ROKR è facilissimo: basta sincronizzare il cellulare con iTunes, il miglior jukebox digitale al mondo. Collegate ROKR al vostro Mac o PC, quindi selezionate le canzoni che volete sincronizzare oppure lasciatevi aiutare da iTunes, che riempirà automaticamente il cellulare con una selezione casuale di brani della libreria.

Rivenditori di Qualità

Tra i nostri partners non poteva mancare il rivenditore di fiducia.
NetHs Informatica è un negozio di Castellammare di Stabia, che vanta un grande pacchetto di clienti, vista l’invidiabile vendita on-line realizzata negli anni scorsi.
I responsabili del centro informatico NetHs sono due giovani e simpatici fratelli, Gianluca Gatta e il titolare Alberto, due ragazzi per bene e con gli occhietti vispi che brillano dalla voglia di crescere ed imporsi nel modo informatico e con uno sguardo curioso verso il Macintosh. Nel loro cognome felino si nasconde incosciente uno stretto legame con i nomi in codice dei sistemi della serie OS X di Cupertino, prima 10.1 Puma, poi 10.2 Jaguar, 10.3 Panther, infine 10.4 il grande Tiger. Questo mondo affascinante ma semi-sconosciuto della Mela ha prepotentemente segnato una svolta nella loro carriera di venditori, che hanno saputo apprezzare la qualità e l’eleganza dei prodotti targati Apple. Non è difficile trovare “rivenditori autorizzati” che praticano un rigonfiamento dei prezzi del 5/10% sul prezzo di listino spesso giustificati dal basso margine di guadagno offerto dalla casa madre. Questi due ragazzi invece, preferiscono non guadagnarci niente e mantenere i prezzi del listino Apple, addirittura riescono a procurare prodotti fuori produzione a prezzi nettamente inferiori, il loro guadagno è riservato alla vendita di accessori per i più diffusi PC windows-based, come ventole fluorescenti, tubi e plastiche cromate.
Non ci stupirebbe se a breve sarà possibile collegarsi via Airport ad Internet semplicemente portando il proprio PowerBook a fare un giro da NetHs, questi due giovani potrebbero davvero sorprenderci, fornendo una connessione internet WiFi a banda larga riservata ai clienti abituali.
Cosa aspettiamo dunque, andiamo a comprare il nostro PowerMac G5 con un maxi-sconto inaspettato.

Mail: info@neths.it Tel.0813623645

NetHs, anzi iNetHs.


Clicca sull’immagine.

Chi siamo

Siamo 3 persone incarnanti 3 generazioni di Mac uniti nell’unica missione di semplificare la vita, quella degli utenti Apple in difficoltà. Hardware, Software o Network, qualunque sia il problema la soluzione è una, chiamarci. Chi fa per 3, fa per te!
Affidati all’esperienza di chi ha visto nascere nell’84 il System 1.0, rivolgiti a chi ha le conoscenze profonde delle problematiche tra Mac e pre-stampa, abbandonati a chi fa della rete il suo pane quotidiano.
Qualunque sia la tua preoccupazione, qualsiasi sia la tua domanda oggi la puoi fare con un click, e soprattutto senza spendere niente.

Franz Grua

Se Eugenio è la mente colta del gruppo, Franz è il braccio forte.
Creatore de iMaccanici, a contatto con il Mac solo dal 1999 ma perfettamente integrato con il Sistema Operativo.
A proprio agio con le applicazioni grafiche, specializzato nel settore della prestampa, spesso sorprende per il suo intuito.

Clicca sull’immagine
per ingrandirla

Contatta Franz