Opera 10 col Turbo

Il Team Opera ha rilasciato da poco il nuovissimo Opera 10.00 dopo un lungo periodo di beta test. La nuova versione del browser si distingue per alcune interessanti caratteristiche: un’interfaccia completamente ridisegnata; Opera Turbo per aprire velocemente le pagine anche con una connessione lenta; un design migliorato; possibilità di salvare fino a 25 siti web su cui navigare velocemente e la possibilità di impostare update automatici.
Fin dalle sue prime versioni il browser dalla software house norvegese Opera Software si è proposto, e affermato, come alternativa valida a browser più blasonati, come Internet Explorer, Firefox e Safari. Nato prima come software a pagamento, compatibile con Windows, Mac e Linux, divenne gratuito dal mese di settembre 2005, ma purtroppo conserva ancora la filosofia del “closed source software” dalla quale è nato.
Huib Kleinhout, a capo del Desktop Team, ha scritto sul blog ufficiale: “Negli ultimi mesi ci siamo concentrati sulla stabilità del software e sulla risoluzione dei bug segnalati dalla comunità. Ora è il momento per tutti di iniziare a usare Opera 10! Speriamo che vi piacciano il nuovo design, i Visual Tabs, la navigazione Turbo e le altre nuove funzionalità. Conoscete qualcuno che ancora non l’ha provato? Diffondete il vostro browser preferito!”
In effetti il software è molto più veloce e stabile rispetto alle altre versioni e potrebbe rivelarsi come browser ideale, se non fosse che noi utenti Mac siamo stati viziati un po’ troppo dalla mamma, specialmente con l’ultimo Safari. È comunque comodo avere un’alternativa in più, rispetto a Firefox e Chrome, per arrivare la dove Safari potrebbe arrendersi.
Opera 10 si scarica gratuitamente dalla home page del sito ufficiale, anche se nella giornata di ieri ha avuto qualche problema di accesso, a causa dei numerosi download del programma.
Nel caso questo è il link diretto per scaricare la versione Universal Binary di Opera 10.

Un commento a “Opera 10 col Turbo”

  1. Con Leopard presenta alcune lacune; ad esempio non vengono inseriti i caratteri nei form sulle mappe di pagine gialle. Parecchie pagine non sono compatibili e le animazioni in flash non si visualizzano subito se si attiva il turbo. Assorbe anche troppe risorse e dopo la chiusura, dopo un largo uso, rallenta enormemente l’avvio di safari.
    Luigi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *