OpenOffice vulnerabile più di MS Office?

Il Ministero della Difesa francese, attraverso una recente relazione, consiglia al governo di essere accorto nell’acquisire la piattaforma della suite open source OpenOffice. Il tenente colonnello Eric Filiol, direttore del Laboratoire de Virologie et de Cryptologie dell’Ecole Superieure et d’Application des Transmissions (ESAT), afferma: “OpenOffice ci appare più pericoloso del suo equivalente commerciale prodotto da Microsoft”.
Le affermazioni sono giunte dopo un anno di indagini e di test che hanno portato a constatare che le versioni 1.x e 2.x di OpenOffice sono risultate un po’ più vulnerabili di MS Office agli attacchi che provengono da macro, hyperlink e OLE (Object Linking and Embedding).
Secondo Filiol la ricerca condotta non va intesa come una condanna ad OpenOffice ma, al contrario, come la volontà di migliorare questo prodotto.
Fonte: PubliWeb

2 commenti a “OpenOffice vulnerabile più di MS Office?”

  1. Se è più vulnerabile, beh, ci sta, se pensi che è opensource, che è gratuito…
    poi l’esperienza ci insegna che i prodotti opensource migliorano molto più
    velocemente di quelli commerciali (vedi firefox) !


    visita jemitho.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *