Nuovo NeoOffice 3.0 (anche in italiano)

NeoOffice, che (a dispetto del numero della versione) ha abbandonato l’ambiente X11 prima di OpenOffice.org, è stato rilasciato poche ore fa nella nuova versione 3.0 pubblica. Anche se, già dal 15 gennaio 2009 i membri paganti del NeoOffice 3.0 Early Access Program hanno potuto apprezzarne le novità. Chi lo ha usato almeno una volta è diventato un suo sostenitore ed in molti lo preferiscono ad altri e allo stesso OpenOffice su quale si basa.
Il software offre l’insieme completo di applicazioni per l’ufficio in grado di surrogare completamente la Suite Office per Mac di Microsoft: word processor, foglio elettronico, programma per presentazioni, disegno e database in unica potente applicazione gratuita. NeoOffice è da sempre più “orientato” verso il gusto e le abitudini degli utenti Mac, offrendo una stabilità spesso superiore, un’integrazione migliore con il Sistema e una dozzine di caratteristiche native per Mac (supporto per i Servizi del Mac OS X; supporto per il Media Browser; finestre degli strumenti native; gesti sulla trackpad per Ingrandimento e Scorrimento; disponibilità dei menù quando non c’è alcun documento aperto; importazione di immagini da scanner e macchine fotografiche digitali; scorciatoia command+clic nella barra del titolo; supporto per il controllo ortografico di Mac OS X Leopard).
I punti di forza della nuova versione della Suite sono il: supporto rapido, gratuito ed amichevole per tutti gli utenti; codice Mac OS X estremamente stabile; migliorata velocità di esecuzione del codice di OpenOffice.org; numerose caratteristiche disegnate specificatamente per il Mac.
Il programma è disponibile attraverso numerosi mirror sulla pagina ufficiale del download, pesa 160MB ed è disponibile anche sui circuiti BitTorrent. Richiede un Mac (Intel o PowerPC) con 512 MB di memoria Ram e 400 MB di spazio libero su disco. Funziona con Mac OS X 10.4 o successivi, Leopard incluso. Per impostazione predefinita, il programma di installazione installa solo la lingua Inglese, la lingua italiana va aggiunta a parte scaricandola (15MB) dalla apposita sezione dedicata divisa per architetture Intel e PowerPC.

5 commenti a “Nuovo NeoOffice 3.0 (anche in italiano)”

  1. Fragua, secondo te, c’è speranza o una previsione di sviluppo per openoffice, in modo nativo per Mac, come appunto Neoffice?
    Grazie

  2. Ciao fragrua ho disinstallato NeoOffice 2.2.6 e installato con la patch in italiano il 3.0 e funziona perfettamente. Ti chiedevo questo : nella cartella usr del Mac ho all’interno una sottocartella X11 di 107,3 MB e volevo sapere se la posso cancellare o serve anche a questa versione di NeoOffice. Scusa l’ignoranza ma un tuo parere è sacro. Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *