NTFS sul Mac OS X

Una delle barriere più ostili verso la compatibilità con il mondo PC è quella del mancato supporto per il filesystem usato da Windows XP, Windows Server 2003, Windows 2000 e Windows Vista.
Mac OS X non ha mai permesso di default la scrittura dei dischi NTFS, procurando alcuni disagi con le modifiche alle partizioni utilizzate da BootCamp, ai dischi esterni formattati da PC/Windows e ai sempre più diffusi Dischi Multimediali che funzionano solo in quel formato.
NTFS-3G è un driver che offre gratuitamente un supporto completo in scrittura compatibile con ogni versione attuale di file system NTFS, permettendoci di andare a modificare (leggere, scrivere, eliminare, editare) il contenuto di questi volumi finora accessibili solo in lettura.
Il driver, rilasciato con licenza GNU General Public License (disponibile per Linux, Mac OS X, FreeBSD, NetBSD, BeOS e Haiku) va ad aggiungere fisicamente l’elemento ntfs-3g.fs in HD/Sistema/Libreria/Filesystems più altri elementi nelle cartelle invisibili sbin e usr/local offrendo, dopo il riavvio, la possibilità di accedere ai volumi NTFS come accade già per un comune Hard Disk per Mac.
Anche Utility Disco sarà in grado di gestire in parte queste partizioni, offrendo automaticamente la possibilità di inizializzarle, montarle o espellerle, ma non ancora di verificarle e ripararle.
Questo nuovo pacchetto per Mac, derivato dal vecchio shadowofged, offre una migliore integrazione con OS X, il montaggio automatico dei volumi ed una stabilità assicurata.
NTFS-3G funziona su macchine Intel e PPC con Tiger e Leopard, che abbiano installato MacFUSE 1.7 o versione successiva.

Un commento a “NTFS sul Mac OS X”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *