Novità dal WWDC 2007

Al Moscone West, Steve Jobs comincia il suo Keynote facendo gli onori a Paul Otellini, ed ai vantaggi portati al Mac dal passaggio ad Intel.
Poi parla di quanto sia stato importante Tiger per lo sviluppo di OSX e di Leopard, e presenta “solo” 10 nuove funzioni di Leopard sulle 300 nuove feature promesse.
Nuova barra dei menù trasparente, nuovo Dock, con un nuovo look 3D, dove le foto stanno più comode e le cartelle mostrano i contenuti, c’è uno stack dedicato a organizzare tutti i contenuti multimediali basati su Core Animation.
Rinnovato il Finder che integra anche una sorta di CoverFlow, forse
progettato per i Mac multi touch del futuro. Spotlight adesso effettua le
ricerche in rete, basandosi forse sul motore di Apple Remote Desktop?
Inoltre la ricerca di un altro Computer in rete, adesso è immediata. E poi
nuove anteprime anche delle immagini e dei PDF in rete (e in locale) anche a
schermo pieno e senza lanciare alcuna applicazione grazie a “Quick Look”…
…Segue
Finalmente Leopard è il primo Sistema Operativo a 64 bit da cima a fondo, che non fatica a lavorare con file da 4GB l’uno. Vengono confrontate operazioni di filtri fotografici a 32 bit e a 64 bit, c’è un guadagno di oltre il 200%!
Bootcamp, come già noto è integrato in Leopard, e supporta completamente Windows Vista, inoltre si integra perfettamente a Parallels, permettendo lo switch tra un desktop Mac e uno Windows attraverso Space, riorganizzando le applicazioni a colpi di mouse.
Poi Jobs parla di Widgets, ce ne saranno più di 3000, e ne viene mostrato uno nuovo: Movie Times, per cercare gli orari dei cinema e comprare biglietti, inoltre con Safari sarà possibile creare dei Widgets personalizzati in maniera così facile che Steve ne crea uno in due minuti.
Poi si passa ad iChat, anch’esso rinnovato, sono molte le storie di famigle separate dai chilometri che si tengono in contatto con il noto programma di messaggeria del Mac, adesso vengono aggiunte le funzionalità di photobooth anche ad iChat. Phil Shiller viene contattato da Jobs per una chiacchierata, e viene lanciata una presentazione di Keynote via iChat, è infatti possibile condividere su iChat Theatre tutto quello che viene letto da “Quick Look”.
L’ultimo (il decimo) passaggio è per Time Machine, il software che permette non solo di portare indietro nel tempo lo stato del nostro Mac, ma anche delle singole cartelle o dei file eliminati, modificati o spostati per errore. Inoltre effettua in automatico, se è stato programmato, il backup in reti anche in wireless. Jobs mostra come è possibile buttare l’occhio indietro nel tempo alla velocità della luce!
Agli sviluppatori viene consegnata una copia di Leopard, e viene annunciato che sugli scaffali sarà disponibile ad Ottobre di quest’anno.
Costerà solo 129 dollari, e sarà in un’unica versione, come sempre.
Finito qui?
No, ecco la scritta: “One more thing”…
Un’altra cosa: Leopard includerà la versione 3 di Safari, che sarà disponibile anche per Windows, con nuovi pannelli che si “staccano” dalle finestre e ricerche integrate su google e yahoo. Il nuovo Safari è il doppio più veloce di Internet Explorer, questo sarà il buon motivo per gli utenti Windows per scaricarlo, come hanno fatto fin’ora per iTunes.
Viene confermato ufficialmente il rilascio dell’iPhone: alle ore 18:00 del 29 giugno. I programmatori di Cupertino stanno usando eweb 2.0 (basato su Safari) per creare applicazioni “sicure” sull’iPhone: chiunque potrà creare facilmente applicazioni personalizzate integrando tutti i sevizi dell’iPhone; distribuzione istantanea e facile da aggiornare.
A conclusione di questo Keynote vengono aggiornati gli Store americani, ma non solo, tutto il sito Apple cambia veste grafica, facendo un occhiolino spaventoso a Leopard, e viene distribuita pubblicamente la nuovissima beta di SAFARI 3 per Mac e per Windows.
Conclusioni? Molti sono rimasti delusi per non aver visto nuovo hardware, ma credo che ci si possa “accontentare” di un Leopard sbalorditivo e spettacolare e di un Safari per PC, che sarà il “cavallo di Troia” più devastante per i WinUser.

Un grazie a Slacabos per la traduzione dal vivo nella chat-room di Spider-Mac.
—OraCle

3 commenti a “Novità dal WWDC 2007”

  1. “Conclusioni? Molti sono rimasti delusi per non aver visto nuovo hardware, ma credo che ci si possa “accontentare” di un Leopard sbalorditivo e spettacolare e di un Safari per PC, che sarà il “cavallo di Troia” più devastante per i WinUser.”

    Secondo me iTunes su Win e poi Safari su Win e poi che altro andrà su Win ?
    Alla fine uno rimane su Win, tanto..visto che Maometto s’è scocciato d’aspettare che la montagna si muova, ha deciso di alzare le chiappe e muoversi lui…e Apple si sta muovendo su Win.
    Non capisco questa mossa di Apple. A che serve Safari su Windows? Che beneficio può averne ?

    Commenti ?
    Una demo di Mac su Win ? Solo iTunes e Safari ? boh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *