Navigare anonimi è un diritto

Si chiama Anonym, ed è una delle numerose utility di qualità prodotte dall’italianissimo Hany El Imam di hanynet.com, tra cui NoobProof e WaterRoof di cui scrivemmo qualche anno fa.
Anonym è uno strumento piccolo e potente che permette di navigare il WEB in maniera anonima utilizzando server proxy pubblici. Il programma si prende carico di tutte le configurazioni utilizzando i tool integrati in Mac OS X e rendendo tutte le operazioni semplici per chiunque.
La funzione più interessante è sicuramente il download e l’aggiornamento automatico della lista dei proxy, risparmiando all’utente il tempo di cercare i server su Internet. Inoltre spesso ci si può imbattere in server fasulli, mentre quelli messi a disposizione da Anonym sono assolutamente verificati. Utile anche il controllo geografico e delle prestazioni dei server, per trovare rapidamente quello più vicino alla propria postazione o quello che offre la migliore velocità di navigazione.
Queste le principali caratteristiche e funzioni di Anonym: utilizza il comando di Mac OS X /usr/sbin/networksetup per configurare i proxy http ed https; download automatico delle liste proxy; L’applicazione si configura con pochi click; funzione di modifica della lista, copia/incolla degli IP; controllo della posizione geografica dei proxy e test di performance; verifica della connessione internet, informazioni sull’IP; semplicissimo da usare.
Il nuovo Anonym è disponibile gratuitamente per il download e gira stabilmente su Mac OS X 10.6 Snow Leopard. Lo sviluppatore non garantisce il corretto funzionamento su versioni più vecchie di Mac OS X, ma non è escluso che possa andare bene.

8 commenti a “Navigare anonimi è un diritto”

  1. Utilizzando Anonym, appare molto spesso l’avviso di pagina non trovata.
    Forse perché gli iP sono cinesi?
    Bisogna continuare a cambiarli sino a trovarne uno che funziona quasi sempre?
    Se usato sul sito de iMaccanici, vede un ip cinese ma mi riconosce ugualmente effettuando il login corretto.
    Non penso sia giusto.

  2. …Se usato sul sito de iMaccanici, vede un ip cinese ma mi riconosce ugualmente effettuando il login corretto.
    Non penso sia giusto…

    Ok, ho capito, é il computer che invia automaticamente i dati di accesso al sito come se io accedessi dalla cina

    1. Un’alternativa è usare il servizio di Open DNS, che prevede anche un plugin per chi usa IP dinamici. L’ho provato per un periodo e funziona molto bene, sia perché velocizza la navigazione, sia perché non da’ problemi di sorta con IP cinesi o altro.
      Altrimenti c’è il buon Tor/Vidalia…

  3. Il diabolico software puo’ provocare cardiopalmi ed infarti perche’ qualche proxy deve essere cinese e BLOCCA il sito GOOGLE redirezionando l’utente verso una schermata cinese!
    Ma basta attivamente disabilitare il proxy.

    Change, we can !

      1. Oppure a chi come me lavora in Iran dove tanti siti sono bloccati e ce bisogno di un proxy ,sotto winzoz uso l ottimo Ultraserf che si aggiorna anche molto spesso , ma con il MAC non ho ancora trovato nulla.Anche questo Anonimazatore non funziona e quando faccio il test vede il mio IP proveniente dal Iran.

      2. Oppure a chi come me lavora in Iran dove tanti siti sono bloccati e ce bisogno di un proxy ,sotto winzoz uso l ottimo Ultraserf che si aggiorna anche molto spesso , ma con il MAC non ho ancora trovato nulla.Anche questo Anonimazatore non funziona e quando faccio il test vede il mio IP proveniente dal Iran.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *