Macworld 2009: poche novità, ma buone!

Phil Schiller ha presieduto la presentazione al Macworld di ieri senza deludere i tifosi di Apple e nemmeno il grande capo Steve Jobs. I presenti hanno applaudito calorosamente ignorando (giustamente) l’invito della protesta silenziosa lanciato qualche giorno fa, complice forse la lettera chiarificativa di Jobs.

Il pezzo grosso della mattinata di San Francisco (le 18:00 italiane) è stato certamente l’aggiornamento del MacBook pro 17″, il nuovo straordinario portatile di Apple, che non è semplicemente il restyling del vecchio, ma un vero e proprio prodotto innovativo in un unico blocco di alluminio, il nuovo portatile da 17 pollici è il più sottile e leggero del mondo: soltanto 2,5 cm e meno di 3Kg.

Tra le importanti novità introdotte la nuova batteria che dura fino a 8 ore e può essere ricaricata fino a 1000 volte senza perdere prestazioni (ma no può essee sostituita dall’utente). Questo significa che usandolo tutti i giorni almeno tre anni passeranno senza preoccupazioni di batteria, consideriamo pure che la durata media di una batteria tradizionale non supera le 300 cariche senza subire deteriorazioni. E poi schermo con retroilluminazione LED con risoluzione di 1920×1200 pixel e un contrasto 700:1. Amante dell’ambiente con consumi ridotti, il vetro privo di mercurio e arsenico, disponibile in versione lucida e opzionale antiriflesso (con supplemento di 50 dollari).

Il prezzo parte da 2.499 euro con processore Intel Core 2 Duo a 2,66GHz con 6MB di cache L2 su chip condivisa che opera alla stessa velocità del processore (fino a 2,93GHz), 4GB di Ram (fino a 8GB), HD SATA da 320GB (disponibile anche in Solid State Drive fino a 256GB), tastiera retroilluminata, Mini DisplayPort, alimentatore MagSafe (spina CA e cavo di alimentazione), ethernet gigabit, FireWire 800, USB 2.0 (tre porte), ingresso e uscita audio (analogico/digitale), slot ExpressCard/34, slot per cavo di sicurezza, panno per la pulizia dello schermo e DVD di Sistema retail.

Attualmente è ancora possibile risparmiare 90 euro sul prezzo di una stampante comprando il MacBook pro (o qualsiasi altro Mac).

Per quanto riguarda il software al Macworld sono stati annunciati: iLife ’09, con le ultime versioni di iPhoto, iMovie, GarageBand, iWeb e iDVD a 79 euro; iWork ’09 con i nuovi Pages, Numbers e Keynote sempre a 79 euro; e il Mac Box Set, tutto il software in una scatola, con Leopard, iLife ’09 e iWork ’09 al prezzo complessivo di 169 euro, in pratica iLife + iWork con Leopard in omaggio.

Le novità principali dei nuovi software riguardano diverse nuove funzionalità di iLife:
iPhoto ’09 offre una facile condivisione con Facebook e Flickr, raccolte fotografiche con mappe personalizzate, presentazioni con animazioni, nuove funzioni di riconoscimento dei volti e dei luoghi;
iMovie ’09 offre un nuovo editing di precisione, drag-and-drop ottimizzato, stabilizzatore delle riprese, nuovi temi coordinati, nuove mappe animate ed effetti di qualità cinematografica;
GarageBand ’09 diventa un insegnante per imparare a suonare con lezioni interattive il piano o la chitarra, nuovi amplificatori per chitarra, nuovi effetti stompbox, nuova modalità a tutto schermo per mixare, partecipare alla jam session e registrare;
iWeb ’09 permette di collegarsi all’account di Facebook per notificare automaticamente gli aggiornamenti agli amici, servizio FTP integrato con ogni servizio di hosting e con MobileMe. Stranamente iDvd rimane invariato.

iWork invece vede aggiornati tutti gli elementi:
Pages ’09 vede 40 nuovi modelli (più di 180 in totale), nuova modalità a tutto schermo, strutture dinamiche, funzione Stampa unione con Numbers, maggior supporto a MathType 6, EndNote X2 e Microsoft Word;
Numbers ’09 offre 12 nuovi modelli (30 in totale), calcoli con oltre 250 funzioni, categorie tabella, elenco formule, grafici a due assi, invia via e-mail documenti Microsoft Excel, combina serie di linee, colonne e aree in unici grafici misti;
Keynote ’09 guadagna otto nuovi temi (44 in totale) ed è ancora più facile con le animazioni a spostamento magico, nuove transizioni, nuovi effetti visivi, nuovi stili, nuove animazioni per grafici 3D, ottimizzazione del peso dei file, grafici di flusso e diagrammi con linee collegamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *