Mac OS X Leopard a tutta birra

Giusto un anno fa, proprio di questi tempi, eravamo tutti in trepida attesa per il rilascio ormai imminente della nuova versione di Mac OS X che già si preannunciava come uno dei più gloriosi Sistemi Operativi della Casa di Cupertino e della storia dell’Informatica.
Inizialmente venne adottato per lo più da addetti ai lavori ed intrepidi appassionati, come spesso accade per ogni nuovo rilascio, ben presto però il cucciolo di Leopardo cominciò a prendere forma e già dalla versione 10.5.2 si è mostrato stabile e sicuro, in più oggi possiamo affermare tranquillamente che l’attuale versione 10.5.5 ha ormai raggiunto pienamente quelle caratteristiche di efficienza e di maturità che lo rendono il Sistema Operativo più completo e user friendly disponibile sul mercato.
In questa ottica, un sempre maggior numero di utenti sta abbandonando la sua vecchia piattaforma, avvicinandosi quindi per la prima volta a Mac OS X talvolta non senza un certo timore quasi reverenziale nell’approccio con un Sistema Operativo realmente tale e che è in grado di trasformare un semplice utente in un vero cultore, grazie anche alle sue caratteristiche di intuitività e di “comunicatività” diretta col suo utilizzatore.

In questo contesto si inserisce la nuovissima guida realizzata da Marco Freccero, atta ad illustrare e ad approfondire proprio quelle immediate diversità che colpiscono l’attenzione dell’utente al primo avvio del nuovo Sistema Operativo.
Niente segreti reconditi di Unix, filesystem e Terminale, ma una dettagliata e completa presentazione degli strumenti indispensabili, dalla Dockbar alla Barra dei menu, da Spotlight alle Preferenze di Sistema, dal Finder alla cartella delle applicazioni, e ancora le scorciatoie di tastiera, Dashboard, Exposé, Spaces, trucchetti, curiosità e molto altro, in quasi cento pagine che comprendono illustrazioni e indicazioni di tipo estremamente pratico ed esaustivo.
Marco Freccero, lo ricordiamo, è autore di altri due e-Book già recensiti da iMaccanici: “Il Backup con Leopard” e “Mail 3.0 contro lo spam”, nonché il WebEditor del sito ilMac.net e, ovviamente, un appassionato esperto Apple di lunga data.
È possibile acquistare “Mac OS X Leopard a tutta birra” al prezzo di 4,90 euro nella pagina dedicata dal sito BuyDifferent, dove sarà possibile anche scaricare gratuitamente l’indice e l’introduzione di questo nuovo interessante e-Book.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *