Mac a rischio, ma senza paure

Intego, nel giro di due giorni, rilascia due comunicati nei quali avvisa dell’esistenza di una variante del vecchio trojan per Mac RSPlug, (OSX.RSPLUG.D) e di un cavallo di troia dal nome OSX.Lamzev.A. Il primo, che si presenta sotto forma dell’installer “missing Video ActiveX Object” per riprodurre filmati comunque “spinti”, è capace di modificare il DNS del Mac per indirizzare l’utente su siti differenti da quelli richiesti, spingendolo a visitare siti pericolosi o dai contenuti hard, ma anche su cloni dei siti originali con lo scopo di carpire password e ID del malcapitato. Il secondo, anche lui non recentissimo, può essere utilizzato dagli hacker per ottenere l’accesso remoto del Mac contro la volontà dell’utente proprietario.
Questi malware per essere operativi devono essere installati sulla macchina, successivamente l’utente dovrà decomprimerli e poi lanciare il software per potersi infettare realmente. Entrambi i cavalli di Troia sono stati considerati da Intego a rischio basso, poiché i programmi devono essere fisicamente installati sulla macchina, sono poco diffusi e difficili da raggiungere.
Concludendo questi articoli dovrebbero farci riflettere e non ci stancheremo mai di ripetere che la protezione migliore è quella della prevenzione: non scaricate mai file se ne ignorate la provenienza, e soprattutto indicate al browser di non aprire mai le applicazioni in automatico, anche se sempre un messaggio di sicurezza del Mac vi avvertirà preventivamente.

2 commenti a “Mac a rischio, ma senza paure”

  1. mi sà di essere stato infettato mia sorella nel suo account ogni tanto gli viene riindirizzata la pagina iniziale di google…come fare a capire se sono infettato?E come posso fare a togliere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *