La televisione corre sul Mac

Livestation è una giovane piattaforma televisiva basata su un sistema ibrido di peer to peer. Partita solo all’inizio del 2008 già conta numerosi utenti registrati e migliaia di frequentatori; essa permette la visione su Mac e PC di canali televisivi e radiofonici dai popolari BBC, Bloomber, EuroNews, France 24, Sky News, Al Jazeera fino agli inaspettati network campani Radio Napoli Emme (con i neomelodici di tele Akery!!!), Tele Capri News e Canale 9.
Per usare Livestation bisogna prima registrarsi inserendo un indirizzo e-mail (più o meno valido), un nickname ed una password, il tutto in maniera rapida attraverso l’assistente di registrazione che parte al primo avvio del programma. Questo permetterà di avere accesso ad alcuni vantaggi, come personalizzare l’elenco dei canali, richiedere la ricezione di Alert e soprattutto avere la possibilità di commentare e votare le trasmissioni viste, condividendo pareri e informazioni con altri utenti in tutto il mondo.
L’interfaccia grafica è pulita: semplici comandi per il controllo del volume, della dimensione della finestra e della scelta dei canali; la comoda finestra di ricerca permette di trovare rapidamente l’emittente più in linea con le esigenze dell’utente ed un doppio click permette la visione a schermo intero.
Il player è disponibile per Windows, Linux ed ovviamente per Mac OS X, che da poco è stato aggiornato alla versione 2.5, anche se ancora non si conoscono le modifiche e le migliorie apportate all’applicazione.
Livestation 2.5 richiede Mac OS X 10.4 o superiore. Il software (disponibile per Mac Intel e PowerPC) comporta 21,9MB di download e la sua installazione è basata sulla regola del drag & drop.
Una curiosità, dietro al progetto pare esserci la collaborazione di Microsoft Research, anche se da qualche mese la versione di Windows non richiede più Silverlight per essere installato.

6 commenti a “La televisione corre sul Mac”

  1. Allora, non so con Leopard, ma con Tiger la versione 2.5.0 per Intel del software proprio non va! Va in crash perche’ non trova il file libavformat.dylib nella cartella Libreria del sistema.
    Vi sono gia’ alcuni report in tal senso sullo stesso sito Livestation nella sezione forum&help
    La versione 2.3.0 invece funziona bene. Per scaricarla pero’ ho dovuto cercarla su Suftpedia perche’ sul sito Livestation non c’e’ alcun link per scaricare la vecchia versione (almeno io non l’ho trovato).

      1. Perian Agiornato… il crash report indica specificamente quel file mancante.
        e, ripeto, non sono solo.. sul sito di Livestation ho trovato diversi "error report" su questo problemino della 2.5.0!
        Visto che ci siamo… ma anche su rai.tv mi succede qualcosa di strano: Gli spot pubblicitari (guarda caso) si vedono che e’ una meravilgia… per il resto… o non carica o mi chiede strani plug-in tipo Sirvelight… per poi alla fine usare il plug-in di Flip4Mac… quelle rare volte che funziona

        1. Intanto sul mio Tiger (oltre a funzionare perfettamente) non c’è traccia alcuna di libavformat, nemmeno tra gli invisibili.
          Secondo me hai qualche problema con i codec aggiuntivi installati, altrimenti non MELO spiego.
          Provalo anche su un altro account.

          1. Allora: Provato su un iMac e su DUE MacBook Pro diversi (non certo con lo stesso utente) e la storia e’ sempre la stessa. Tutti montano Tiger 10.4.11, montano Perian e Flip4Mac ma hanno storie di installazioni e utenti diverisi…
            Mi manca SOLO la prova su un Nuovo utente VERGINE… ma mi sembra troppo! un software dovrebbe "digerire" la maggior parte delle configurazioni. E poi la 2.3.0 dello stesso software gira che e’ una meraviglia su tutte le macchine…. vacci a capire. Buon Natale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *