La foto più grande sul web (per ora)

Fortunatamente sembra essere diventata una corsa al record, quella di pubblicare le immagini sensazionali delle principali capitali del mondo. Stavolta tocca a Londra (dopo Budapest 70 Gpx, Dubai 45 Gpx, Parigi e Dresda 26 Gpx) entrare nel Guinness dei Primati per la foto a più alta risoluzione al mondo disponibile sul web.
La tecnica è sempre la stessa, ma sempre più raffinata, precisa e impressionante: più foto, scattate nell’estate del 2010 dal tetto del Center Point Building, vengono combinate insieme offrendo un’unica immagine panoramica a 360°. Per comporre quella di Londra sono stati effettuati quasi 8000 scatti, permettendo ingrandimenti esagerati e la visualizzazione di ogni particolare a qualsiasi distanza (strade, vetture, persone, negozi, ruote panoramiche e centri storici).
L’autore è Jeffrey Martin, eccezionale fotografo e fondatore del sito 360Cities.net, che sul suo portale offre migliaia di immagini simili (anche se non così grandi) da ogni parte del mondo.
Il lavoro di montaggio degli scatti è certamente la parte più difficile, e per farlo ci sono volute settimane di lavoro e l’utilizzo di un computer superdotato. La foto record (come molte altre) è navigabile come le mappe di Google, con i tradizionali comandi per lo spostamento in tutte le direzioni e per lo zoom. È possibile muoversi a piacimento in tutte le direzioni e profondità utilizzando la rotellina del mouse ed i tasti del cursore oppure i controlli che compaiono in alto a destra.
Nel sito 360Cities.net ci si può letteralmente perdere, spinti dalla voglia di conoscere ogni angolo di queste immagini stupende: suggestionanti le immagini campane della lava del Vesuvio, della Galleria Umberto e di Piazza del Plebiscito a Napoli.

3 commenti a “La foto più grande sul web (per ora)”

  1. Non per togliere niente alla altrui fatica……
    Ma questo genere di foto sono facilissime a farsi. Nulla di complesso od esoterico. C’e’ un solo segretuccioooooooooooooooo….. AUTOPANO con la sua ovvia versione hardware + soft. Ovvero testa robotizza che si occupa di muovere la macchina, di solito dotata di un una ottica fissa di lunga o lunghissima focale. Minore e’ l’angolo di campo maggiore e’ la risoluzione complessiva dell’immagine e minori sono i calcoli per le correzzioni prospettiche. Il giochino costa solo 895 U$. Ovvio corpo macchina e ottica fanno la differenza. Suggerisco per ovvi motivi di provare con una D3+300 f/4 questo per iniziare e contenere i costi. Attaccatela ad un buon Mac e cominciate a scattare per grosse porzioni. Gli scatti poi andranno normalizzati e corretti per eventuali aberrazioni cromatiche e distorsioni ottiche e montati insieme per grossi gruppi. Questo lavoro la fa il software AUTOPANO se cercate esiste la demo. Dopo di che grossi gruppi di immagini si possono comporre insieme a mano stavolta per fare il panorama.
    Occhio non provateci nemmeno con un pc, puntare direttamente su CS5 e un mac con almeno 8Gb di ram… almeno……….
    Ho fatto dal terrazzo di casa di una mia amica una fotina da 70 Gigapixel de La Defense, lei vive al 28mo piano di una torre NE di Parigi… e ci sono voluti una quindicina di giorni di lavoro per montarla finita e perfetta…. Sono moltissimi i fotografi che fanno questi panorami di solito con meno clamore… nel caso io lavoravo per un cliente pubblico… niente sito e bla bla ma tanti eurucci per poca fatica concettuale. Inutile dire che a parte la tecnica oggi a prova di adolescente sono foto prive di qualsivoglia approccio creativo. Insomma facili a farsi… Diverso invece e’ applicare la stessa tecnica a altrooooooooooo….. ma li passiamo nel creativo….
    Alohaaaaa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *