Intra 2010 su Mac

L’espansione continua del Mac, anche in Italia, viene evidenziata anche dal supporto sempre maggiore fornito dagli enti pubblici che si occupano della gestione fiscale dei contribuenti. A partire dall’inizio di questo mese i modelli Intra 12 e Intra 13 vanno presentati all’Agenzia delle Entrate esclusivamente per modalità telematica. Questi modelli sono necessari per dichiarare e versare l’Iva sugli acquisti intracomunitari.
Almeno i commercialisti sanno bene che l’Intra 12 è relativo agli enti non soggetti all’Iva e agli agricoltori esonerati per comunicare all’ufficio competente l’ammontare degli acquisti intracomunitari di beni e servizi effettuati nel mese precedente, mentre il modello Intra 13 va presentato dagli enti non commerciali non soggetti all’Iva prima di ogni acquisto intracomunitario per comunicare l’ammontare della singola operazione e quello degli acquisti complessivamente effettuati nell’anno, in assenza dell’opzione per l’applicazione dell’Iva in Italia.
Proprio per loro, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, sono stati pubblicati i software Modello Intra 12 versione 1.0.0 e Modello Intra 13 versione 1.0.0 (si veda Documenti correlati a lato) che ne consentono la compilazione e la creazione del relativo file da inviare.
La trasmissione telematica dei nuovi modelli Intra 12 e Intra 13, in vigore dal 1 giugno 2010, deve essere effettuata entro la fine del mese successivo a quello di registrazione degli acquisti. In particolare, entro il 30 giugno 2010, gli enti non commerciali e agricoltori esonerati, che hanno assunto il ruolo di debitore d’imposta dovranno presentare le dichiarazioni relative ai mesi da gennaio ad aprile 2010 utilizzando il nuovo modello Intra 12.
I due programmi utilizzano una tecnologia di distribuzione dei software basati su Java che consente all’utente l’utilizzo del software direttamente dal web, affinché sia possibile attivare le applicazioni in maniera semplice e con un solo clic, con la certezza di utilizzare sempre la versione più aggiornata ed evitando le procedure di installazione o aggiornamento.
I requisiti di sistema richiedono Mac OS X 10.5 (o successivo) e Java Virtual Machine aggiornata alla versione 1.6.
È disponibile, inoltre, la Procedura di controllo relativa ai modelli INTRA12 e INTRA13 versione 1.0.0 del 1/6/2010 per Macintosh e PC.
Tutti i software prodotti dall’Agenzia delle Entrate, suddivisi per tipologia di adempimento, sono disponibili per il download sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

3 commenti a “Intra 2010 su Mac”

  1. L’AdE è sempre stata molto attenta a distribuire i software per la compilazione dei modelli di adempimento su più o meno tutte le piattaforme, comprese diverse distro Linux.
    Da professionista però vorrei sottoporre alla comunità la completa estraneità del mondo mac dall’universo dei software per commercialisti e studi per l’elaborazione dei dati contabili.
    Le varie etichette famose, ilSole24Ore, IPSOA, ESA etc, etc, difussissime tra coloro che bazzicano in studi, non si avvicina minimanente al modo della mela.
    Ciò per sottolineare la più completa inutilità di un software che genera un flusso telematico dichiarativo verso l’Agenzia, quando per pervenire ai dati per la compilazione o si va di pallottoliere (e quando ci si riferisce a movimenti contabili numerosi, in diverse valute, con molti soggetti è davvero difficile) o ci si appoggia a qualcosa in win/unix.
    Questo articolo vuole essere quindi uno spunto per invitare i programmatori all’iniziare lo sviluppo di qualcosa di più completo, con la convinzione che sarebbe ben recepito tra i professionisti (che sempre più numerosi comprano un mac e poi sono costretti a virtualizzare WinXP).
    Peppe

    1. Ciao Mocassino,
      il modello F24 non è nulla più che un modello di delega per il pagamento dei tributi.
      Sul sito dell’ Agenzia delle Entrate puoi tranquillamente scaricare il software per la compilazione anche su Mac OsX
      ( ftp://ftp.finanze.it/pub/mod2010/F24OnLine_230.zip )

      In tutti i modi le deleghe di pagamento sono il risultato dei processi di autodichiarazione dei propri redditi e delle propri immobili tassabili, quindi lo stadio finale della procedura di adempimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *