Il miglior aiuto per la disinstallazione del software

Premesso che nessun software rimosso manualmente pregiudica il funzionamento o la stabilità del Sistema, è fondamentale sapere che quando si rimuove un’applicazione aggiuntiva, senza utilizzare il suo unistaller, essa inevitabilmente lascerà dei file residui sul proprio Mac.
Nella migliore delle ipotesi le tracce riguarderanno file di preferenze, ma anche estensioni, plug-in, cartelle di supporto, elementi di avvio, ricevute di installazione, file di cache e quant’altro. Come già noto, in mancanza di uno strumento specifico per la rimozione, esistono alcune utility (a pagamento e non) per aiutare l’utente nella rimozione accurata dei software da eliminare.
Ma il piccolo AppTrap, a differenza degli altri ha qualcosa di speciale, talmente meritevole come programma al punto da dimostrarsi irrinunciabile per molti. Il software, inizialmente ideato da Markus Amaltea Magnuson, e lasciato in eredità al canadese Kumaran Vijayan, è attivamente seguito da una nutrita schiera di estimatori, anche sul nuovo Google Group.
L’aggiornamento alla versione 1.1.4, rilasciato qualche settimana fa, ha introdotto una localizzazione francese migliore e la risoluzione di un bug dovuto alla mancata deallocazione dalla memoria da rilasciare (memory leak).
L’installazione è semplicissima, basta un doppio clip sul file AppTrap.prefPane e verrà installato un pannello aggiuntivo negli Accessori delle Preferenze di Sistema. Da quel momento in poi ogni applicazione spostata nel cestino verrà rilevata da AppTrap, che diligentemente avvertirà l’utente della presenza di alcuni file di supporto legati al software in eliminazione; un semplice click permetterà di decidere il destino degli elementi associati.
Ad onor del vero il concorrente AppZapper trova più cartelle e file correlati rispetto ad AppTrap, ma in alcuni casi può accadere anche il contrario, proprio per questo l’utilizzo combinato dei due software è l’ideale per ottenere risultati migliori. Lo sviluppatore ha informato sulle intense fasi lavorative per la prossima versione 1.2 di AppTrap, ma ancora non è noto quando sarà disponibile al pubblico e quali novità introdurrà.
AppTrap 1.1.4., per Mac OS X 10.5 e 10.6, è disponibile gratuitamente per il download nella pagina apposita, dalla quale è inoltre possibile effettuare donazioni per sostenerne lo sviluppo. Consigliamo, a chi ne ha effettivamente le capacità, di proporsi per una localizzazione in italiano da affiancarsi alle attuali lingue inglese, francese e tedesco, in fondo si tratta solo di pochissime righe da tradurre e permetterà una maggiore crescita del progetto.

4 commenti a “Il miglior aiuto per la disinstallazione del software”

  1. scusate, l’ho installato ed attivato, ho provato a disinstallare un’applicazione, ma non vedo nulla, sbaglio qualcosa?
    le applicazioni le ho disinstallate con appdelete (non con appzapper).
    grazie
    ismael

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *