Il backup facile e veloce

Visto che piove sul giusto e piove anche sull’ingiusto, la possibilità remota di perdere i propri dati non risparmia nessun utente. La pratica del backup dei dati stranamente non è ancora tanto diffusa quanto meriti, colpa forse per i vecchi pregiudizi sulle difficoltà di applicarla, complice anche la svogliatezza dell’utente ed i tempi richiesti per tale pratica. Buona parte dei problemi sono stati risolti da Time Machine di Apple, uno strumento importante, invisibile e sofisticato, forse troppo sofisticato e per questo a volte fragile. Non è una situazione rara infatti trovarsi di fronte alla corruzione del database ed alla difficoltà di recuperare i dati stipati sul disco di Time Machine tramite un ripristino assistito.
Inoltre non tutti gli utenti hanno potuto (o voluto) aggiornare i loro vecchi Mac a Leopard per cui rimane una buona porzione di computer Apple ancora “scoperta” dalla protezione garantita da un sano e periodico backup. Esistono diversi software per eseguire la copia programmata dei file, ma uno su tutti si distingue per semplicità e sicurezza.
iBackup, prodotto dalla svizzera Grapefruit, permette di eseguire copie di sicurezza di dati, configurazioni, profili e molto altro tramite l’uso di una interfaccia grafica estremamente semplice; permette anche di connettersi ai server (via AFP o SMB) e di programmare i backup secondo le proprie esigenze. Da molti è considerata una buona alternativa a Time Machine.
L’applicazione, appena aggiornata alla versione 6.6, adesso si mostra ancora più veloce, controllando esclusivamente i nuovi profili, inoltre esegue la copia di numerosi file utilizzando meno memoria e senza assorbire troppe risorse al processore. Altre migliorie riguardano la gestione dei plugin e dei cron della posta.
Attualmente un hard disk esterno da 1TB (anche di marca nota) si può comprare a meno di 100 euro nelle grosse catene informatiche, il software per salvare i dati non richiede conoscenze informatiche e non c’è più bisogno di eseguire manualmente l’operazione di salvataggio.
Adesso non ci sono più scuse, perdere i dati è davvero colpa della propria superficialità e non della sfiga.
iBackup 6.6 è disponibile per il download dal sito del produttore, è gratuito (non per le aziende) ed i requisiti minimi di Sistema sono relativi a Mac OS X 10.3.9, 10.4, 10.5 o successivi.

2 commenti a “Il backup facile e veloce”

  1. Salve a tutti. Sono alla ricerca di un buon programma per il backup, ma mi trovo super confuso tra Carbon copy cloner, silver Keeper ed ora iBackup. Io sarei interessato alle funzioni di salvataggio incrementale ed a copie "bootabili" del sistema operativo.
    Vi ringrazio in anticipo anche delle utilissime dritte che mi date sul vostro affidabile sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *