Gestione integrata dei Cookies di Safari

Per cominciare bisogna avere le idee chiare sui cookie HTTP. Dall’inglese “biscotti”, i cookie sono usati abitualmente per le autenticazioni sui siti web e per memorizzarne le informazioni nelle le visite successive. Per esempio in caso di acquisti on-line o il contenuto dei “carrelli della spesa”. Ma non tutti i cookie sono indispensabili, alcuni sono addirittura utili solo a chi vuole sapere cosa facciamo sul web, proprio per questo Safari, e molti altri browser, ne permettono l’eliminazione parziale o totale.
Russell Gray, di SweetP Productions, ha realizzato Safari Cookies, un programma perfettamente integrato in Safari e davvero unico per la gestione dei cookie, per il minimo disturbo sulla navigazione.
La nuova versione 1.x rilasciata recentemente offre la compatibilità a 64bit, l’utilizzo di SIMBL per inviare il codice in Safari, la funzione di aggiornamento automatico, e nuove opzioni di selezione/importazione/esportazione di preferiti e Top Sites. Il programma, realizzato con XCode 3.2, ha visto anche la risoluzione di alcuni bug presenti nelle versioni preliminari.
L’installazione di Safari Cookies, localizzato in inglese, francese, spagnolo e tedesco, richiede SIMBL (fornito nel pacchetto in versione 0.8.2 per Leopard e 0.9.6c per Snow Leopard a 64bit), e la rimozione accurata di eventuali versioni precedenti.
Il download del pacchetto non raggiunge 1MB di peso, è completamente gratuito e funziona su Mac OS X 10.5 e successivi. L’ultima versione è disponibile a questo link diretto, poiché recentemente viene aggiornata con un ritmo incessante.

Un commento a “Gestione integrata dei Cookies di Safari”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *