Freehand MX e i suoi mille problemi

Salve, sono un grafico pubblicitario e (purtroppo per me) da anni utilizzo con soddisfazione i prodotti Macromedia per lavorare, dai tempi di Freehand 7 fino alla più recente suite grafica: Studio MX.
Lasciamo perdere il fatto che Freehand è destinato a scomparire perché Macromedia è stata assorbita da Adobe durante questo anno funesto, ma passiamo subito ai miei problemi

Ho un PowerMac G5 Quad con 4GB di Ram e Mac OSX Tiger, da qualche mese ho comprato un Quad Xeon per il mio collaboratore con altrettanti 4GB di costosissima Ram e la stessa versione di Tiger.
Su entrambe le macchine lavoro con Freehand MX e, come si evince dai vostri Test, Photoshop CS2 funziona benissimo sullo Xeon e Freehand MX ci gira sorprendentemente molto meglio.
Il primo problema è però questo:
Quando concludo un lavoro in Freehand con il “vecchio” Quad preparo un raccogli dati per la stampa per la tipografia e tutto fila liscio.
Con il nuovo Quad Xeon, anche lo stesso file con gli stessi collegamenti, l’applicazione si chiude inaspettatamente prima di raccogliere i dati.
Il secondo problema riguarda la stampa:
Ho una stampante di rete PostScript della Xerox, a differenza del caso precedente quando stampo con il vecchio Quad l’applicazione si chiude non appena ha finito di generare il file di stampa, incredibilmente con il nuovo Quad l’applicazione regge sempre allo “stress”.
Terzo problema:
Con entrambe le macchine a volte le lettere accentate vengono stampate in modo corretto, invece sempre con lo stesso file identico, a volte i caratteri accentati non escono!
So che questo argomento forse interessa a pochi, ma se potete aiutatemi, vi ringrazio per l’attenzione, ME.

Caro Mario, in effetti Freehand MX è riuscito ad arrivare al culmine della sua esistenza senza raggiungere un grado di affidabilità totale. Tutto sommato, anche se in molti lo rimpiangeranno, chi si occupa del preflight tipografico non ne sentirà certamente la mancanza.
Il problema del “raccogli dati” è un simpatico Bug implementato nella versione 11.0.2 di Freehand MX, rilasciata a fine estate del 2006. Molto probabilmente sul G5 hai installato ancora la versione 11.0, mentre sullo Xeon quest’ultima release in questione. Quando con Freehand 11.0.2 si apre un file generato con una versione MX precedente (11.0.0 o 11.0.1) questo file non permette il “raccogli dati per la stampa” mandando in crash il programma. È inutile tentare di salvarlo con un altro nome, il file in questione è dannatamente capriccioso. L’unico modo è quello di trasferire il contenuto del documento vecchio in uno nuovo, oppure esportare in formato .fh10 per poi reimportarlo in MX 11.0.2, risolvendo così il problema della raccolta dei dati.
Discorso inverso invece per quello che riguarda la chiusura inaspettata dell’applicazione dopo un comando di stampa dal tuo ancora prestante Quad G5. Basta aggiornare Freehand MX all’ultima versione per poter beneficiare dei Bug-Fix che interessano la stampa su Mac OSX Tiger, non sarebbe male verificare che la versione del PPD della stampante sia la più recente.
Per il terzo problema non sono ancora in grado di darti una soluzione definitiva, ma per esperienza personale (almeno con fonts comuni come Times o la famiglia degli Helvetica) ti consiglio di chiudere Freehand prima di lanciare una stampa definitiva, e farlo partire con il doppio clic sul file da stampare. So che pare senza senso, ma questa “procedura” permette di stampare in modo corretto tutti i caratteri accentati e gli apostrofi con Freehand MX.
È superfluo dire che tutta questa serie di problemi non si riscontrano con applicazioni come Illustrator o InDesign, ma chissà perché, almeno qui a Napoli, su 10 grafici pubblicitari 8 utilizzano Freehand come programma di grafica e spesso anche di impaginazione.
—OraCle

3 commenti a “Freehand MX e i suoi mille problemi”

  1. parole sante!!!!
    ma come si fa a distribuire un programma per così tanti anni e poi
    abbandonarlo completamente!!!
    Adobe, non ci deludere!


    Zikkkkk

  2. per il problema del “raccogli per l’output” basta deflagare tutte le voci di tutte le categorie e non dovrebbe dare problemi.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *