File System per Mac

Il progetto MacFUSE ha circa due anni, e si basa sull’implementazione di un file system virtuale generico, FUSE appunto, che permette anche agli utenti Mac di scrivere non solo su ntfs-3g (lettura / scrittura NTFS), ma anche su altri file system già testati a vari livelli come: sshfs, ftpfs (lettura / scrittura FTP), wdfs (WebDAV), cryptofs, encfs, bindfs, unionfs, beaglefs e così via.
Se analizziamo con Pacifist l’installer del core di MacFuse (diverso da Tiger e Leopard) vediamo che consiste fisicamente in un’estensione caricabile per il kernel, un programma “mount_fusefs” in spazio utente, una patch alla libreria FUSE e una per SSHFS.
La novità principale di questa nuova versione 2.0, oltre a guadagnare importanti aggiustamenti e bugfix, riguarda l’introduzione di un pannello per le Preferenze di Sistema che permette la disattivazione del “fusibile” da parte dell’utente amministratore con un semplice click del mouse. Nel pannello viene introdotta anche la possibilità di verificare gli aggiornamenti e anche gli aggiornamenti delle versioni beta. Ma non è tutto, il nuovo MacFUSE 2.0, in tutti i suoi componenti, è ora disponibile anche nelle versioni a 64 bit e viene garantito il supporto per le ultime release di Snow Leopard nelle sue varie versioni beta.
L’applicazione è disponibile per il download sulle pagine ufficiali del progetto. Si consiglia di riavviare il sistema dopo aver terminato l’installazione di MacFUSE, anche se dall’installer non viene richiesto.

Un commento a “File System per Mac”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *