È arrivato Tutti pazzi per iPad!

Dopo una lunga attesa, complice sia il corriere che le Poste Italiane, finalmente è arrivata la copia di Tutti pazzi per iPad che gentilmente Lia Giaccherini, dell’Ufficio Stampa di Tecniche Nuove spa, ci ha inviato su richiesta dell’autore.
Lucio Bragagnolo si occupa di Internet dai primissimi anni Novanta, quando è stato cofondatore di Internet On-Line, la primissima testata cartacea in Italia dedicata alla Rete. Giornalista e divulgatore specializzato in informatica e nuove tecnologie, vive e lavora nell’hinterland milanese, dal quale scrive regolarmente su carta e web per varie testate come MacWorld Italia e il Corriere del Ticino.
Ed eccolo qui, il suo recente lavoro editoriale: il piccolo volume brossurato (misura appena 11 cm di base per 18 di altezza) ingombra meno di una custodia da DVD, ma offre ben 164 pagine, più il sommario e l’introduzione iniziale fuoritesto.
La copertina, rifinita con plastificazione opaca, mette al riparo il prezioso contenuto da macchie accidentali e umidità. Questo perché prevedibilmente il lettore porterà con sé il manuale un po’ dappertutto, viste le dimensioni contenute ed il formato tascabile.
L’autore affronta il tablet di Apple in maniera assolutamente non banale, riportando anche gli atteggiamenti ostili di alcuni governi internazionali e la contesa del marchio, ma sempre con la giusta dose di ironia che da tempo contraddistingue il simpatico articolista di MacWorld.
Applicazioni, utility, giochi, video, musica, informazioni, intrattenimento, moda, social networking, libri… tutto il software viene magistralmente illustrato, ogni capacità dell’iPad è esaltata, nulla viene dimenticato o lasciato al caso.
Un intero capitolo è dedicato al popolo dell’iPad, dai più accaniti detrattori ai soddisfatti sostenitori: una ventina di pagine per togliersi qualche soddisfazione su previsioni mal azzardate e decine di flop smentiti, una vera goduria per il fanboy Apple.
Da questa parte del libro in avanti sarà un continuo approfondimento sul dispositivo, sulle sue capacità, ma soprattutto sulla flessibilità offerta con gli inimmaginabili utilizzi possibili.
La risposta alla domanda “A chi serve l’iPad” non la troverete a pagina 117, ma sarà la naturale conclusione che si trarrà solo al termine della lettura. Nella peggiore delle ipotesi vi renderete conto che potrebbe provvedere al bisogno del 90% della vostra vita digitale.
Le ultime parole di Lux nel libro sono: scrivetemi, prometto una risposta a tutti. Credetemi, questo è quanto di meglio ci si possa aspettare da un vero professionista. A differenza di altri guru e profeti informatici, Lucio Bragagnolo è molto più umano e disponibile. Trova il tempo per tutti, non chiede soldi, non cerca eurobanconote in una busta o donazioni per una pizza: fa solo il suo lavoro e lo fa davvero bene.

2 commenti a “È arrivato Tutti pazzi per iPad!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *