Dropbox, oppure?

Si chiama SugarSync, ed è attualmente l’unico servizio alternativamente valido all’ormai diffusissimo DropBox. Da qualche settimana il servizio di sincronizzazione e di backup file online della casa di San Mateo (California) si è aggiornato offrendo ben 5GB di spazio web gratuito, diventando a tutti gli effetti una delle migliori offerte reperibili in internet per il cloud storage.
Come l’antagonista, anche SugarSync fornisce un’interfaccia web per accedere ai file, efficaci applicazioni di gestione locale per Mac, PC e svariati dispositivi mobili (iOS, Android, Blackberry). Inoltre offre la gestione e l’upload delle foto, la condivisione e la sincronizzazione dei file tramite il noto social network Facebook ed e-mail con il supporto per le caselle di posta Gmail, Hotmail, Yahoo e AOL.
L’attivazione del servizio è semplice: bisogna creare un account, installare il client SugarSync Manager e cominciare a caricare i file sul server. Al termine sarà possibile accedere a questi documenti dalla piattaforma preferita ed eseguire le azioni consentite, come riprodurre la musica con il lettore integrato, scaricare file sul computer o sul dispositivo tascabile, ricavare un URL da inviare a chiunque per accedere a questi file.
Se i 5GB gratuiti stanno troppo stretti c’è la possibilità di guadagnare spazio aggiuntivo invitando altre persone ad utilizzare il servizio, ma e si desidera aumentare considerevolmente lo spazio a disposizione, è possibile scegliere tra i vari piani tariffari della sezione Business offerti a prezzi interessanti.
Manca un passo alla versione 2.0 di SugarSync Manager, e molti utenti del servizio attendono con ansia la nuova release del software, magari con la speranza che arrivi anche il supporto per Linux e la localizzazione per la lingua italiana.
Il freeware SugarSync Manager (con supporto alle notifiche Growl) è disponibile per il download dal sito ufficiale e richiede almeno Mac OS X 10.5, mentre SugarSync per iPhone e iPad è disponibile gratuitamente su App Store di Apple tramite iTunes.

7 commenti a “Dropbox, oppure?”

  1. Come suggerito ho guardato, tra gli altri, Memopal e sembra buono, meglio di dropobox; qualcuno lo ha provato? O sostanzialmente sono tutti servizi simili e tutti affidabili?
    grazie

  2. Lo trovo ok, attenti per quanto non sia complessivo, ma non é pratico e immediato come DropBox, no sono peró riuscito a trovare un Opzione, molto utile, io penso, giudicate voi, cioé, cambiare utente, utilizzatore, non sono riuscito a entrare come altro utente, praticamente all´atto del Download si inserisce la Mail e Psw per SugarSync Manager, cioé il tool per il Mac, ma non sto riuscendo a entrare con una altra Mail che mi ero registrato precedentemente su SugarSync. Sul Web naturalmente nessun problema, si entra con quale mail si vuole nella propria Box. Ma penso sia indispensabile anche poter cambiare utente sul Tool che si installa nel Compiuter…. ciusssssssss

  3. Volevo segnalare un bug, non ancora corretto nella versione scaricabile, che uccide QuickLook quando Sugarsync è attivo o installato. Qui ( http://sugarsync.hivelive.com/posts/ed67d0da04 ) c’è il modo (molto semplice) per sistemarlo. Comunque ottima applicazione perché mi evita di salvare i documenti fuori dalla loro posizione "naturale" in una cartella dedicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *