Convertire immagini (quasi) senza applicazioni

Ricordate Copy Path Finder Button? C’è chi (come chi scrive) non ne può fare più a meno. Sempre di Rosanne Cashriel è anche ReformatImages, una piccola e discreta soluzione software che aggiunge funzionalità al menù Servizi del Finder, raggiungibile anche dal menù contestuale, quando si clicca con il tasto destro su file di immagini presenti nel Mac.
In realtà è un comodo flusso di lavoro (documento wflow), realizzato con Automator, che permette di convertire in batch e con una certa rapidità, gruppi di immagini preventivamente selezionati, semplicemente cliccandoci sopra con il tasto destro (ctrl+clic) e selezionando Reformat Images dal menù Servizi. I formati supportati per la conversione di massa sono: BMP, GIF, JPEG, JPEG 2000, PDF, PICT, PNG e TIFF. Il tradizionale ingranaggio rotante, nella barra dei menù del Finder, indicherà al momento lo stato di lavorazione del flusso di Automator, al termine l’icona scomparirà e le immagini risulteranno tutte convertite.
Preferire un flusso di lavoro ad una applicazione vera è propria (quando è possibile) è una scelta condivisibile, perché un “flusso di lavoro” non comporta l’aggiunta di file di supporto o la creazione di file di preferenze, ma soprattutto non affolla la cartella Applicazioni.
Per installare un workflow di Automator è sufficiente copiare l’elemento scaricato, in questo caso “Reformat Images.workflow” , nella cartella Services della propria Libreria Utente senza bisogno di riavviare nemmeno il Finder.
Rosanne Cashriel può vantare un nutrito elenco di sue realizzazioni, tra applicazioni, utility e workflow, tutte disponibili, come Reformat Images Service, per il download gratuito nel sito SourceForge.

4 commenti a “Convertire immagini (quasi) senza applicazioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *