Conversione giusta dei filmati

Robert Górczyński, della software house polacca Strawbits, ha recentemente introdotto il nuovo Tegan, un software scritto in Cocoa e basato sulla licenza GPL del progetto HandBrakeCLI. Solido come una roccia e leggero come una piuma, è insomma scritto alla vecchia maniera, però sfruttando tecnologie modernissime.
Possiamo davvero affermare, con assoluta certezza, che si tratta del tool di conversione definitivo per chi vuole godersi i propri filmati sul Mac o sui dispositivi tascabili Apple. È semplicissimo da usare (basta trascinare i contenuti nella finestra) ed il risultato sarà eccellente e compatibile con gli standard del nostro Sistema Operativo preferito. Tutti i processori vengono messi sotto torchio, di conseguenza è velocissimo (dipende dal Mac) ed offre una qualità pari all’originale, col vantaggio che il formato finale sarà un moderno MP4, compatibile con tutte le applicazioni video per Mac. Addirittura iMovie non convertirà in alcun modo il file dopo l’importazione, di conseguenza nemmeno iTunes. Tegan digerisce qualsiasi tipo di file video: mpeg, mov, avi, flv, wmv, matroska, mts (quelli delle videocamere HD), vob, cartelle Video_TS e tanti altri…
Destinato a chi usa QuickTime sul Mac come lettore multimediale (vedi Mac mini da salotto collegati a TV), a chi preferisce iPod, iPhone e iPad come player da viaggio, a chi ha una libreria piena di DVD e vuole trasportarli sul Mac ottimizzando lo spazio.
I preset di Tegan includono tutti i dispositivi Apple ed un ideale Apple Universal per lasciare invariata la risoluzione del file; un pulsante opzionale permette l’aggiunta di sottotitoli l filmato nel formato standard SRT e con l’aggiunta dei vari linguaggi; infine dalle preferenze dell’applicazione è possibile deselezionare l’encoding H.264 (che recentemente ha ricevuto una spallata da Google) a discapito dell’ottimizzazione e cambiare la cartella di destinazione del file processato.
Tegan oltre a stressare con giustizia gli otto core di un Mac Pro (forse anche dodici) funziona come applicazione nativa a 64-bit, ma per godere di simili benefici, è necessario avere Snow Leopard e di conseguenza un Mac con processore Intel.
La versione 1.0.1 di Tegan, rilasciata a pochi giorni dalla prima release pubblica, introduce alcune piccole correzioni e alcuni cambiamenti nella GUI, nella Guida in linea e nel codice dell’applicazione.
È disponibile per il download sul sito dello sviluppatore, sinceramente un capolavoro del genere meriterebbe di arricchire il catalogo del Mac App Store. Lo sviluppatore sarà ben felice di localizzare Tegan nella nostra lingua a patto che qualcuno si proponga per la traduzione scrivendogli una e-mail a info[chiocciola]strawbits.com; anzi se qualcuno si offre per la localizzazione, gli chieda anche perché Tegan non ha ancora una comoda funzione di batch.
Dello stesso sviluppatore ricordiamo anche l’ottima Maria per scaricare interi siti.

5 commenti a “Conversione giusta dei filmati”

  1. Interessantissimo questo software.
    Graze.
    Ma… come si fa a tradurre? Intendo dire bisogna conoscere il linguaggio di programmazione?

    più siamo, meglio stiamo, perché più ci divertiamo

  2. mi sono fiondato a provare questo programma
    ottimo prodotto per la semplicità dell’interfaccia, sto provando tutte le varie opzioni ma al momento l’Apple Universal riduce la risoluzione da 1080 a 720 con perdita di definizione, mts 1080 da 213 mega diventa mp4 720 da 65 mega
    confermo che funziona anche con mkv

  3. Troppo minimale e nessuna possibilità di intervenire sulla configurazione, non mi piace, non so cosa sta facendo…

    iMac 27″ i7 (in attesa); MacBook White; Time Capsule 1Tb (in attesa); Iphone 3G 16Gb; Ipod Shuffle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *