Controllo totale sul calore

Un portatile nel periodo invernale dà il meglio di sé, poiché all’interno i componenti raggiungono comunque temperature di esercizio calde per cui una temperatura esterna fresca può solo giovare al corretto funzionamento del laptop. Però l’inverno, almeno dalle nostre parti, è già un ricordo, e il primo sole della primavera ci ricorda che prima o poi tornerà anche la calda estate. A quel punto sarà davvero difficile domare il calore emesso dai nostri portatili e saremo costretti a ricorrere a rialzi, piani raffreddati da ventole e quant’altro. Ma per tenere sotto controllo la temperatura della CPU c’è CoolBook per MacBook e MacBook Pro (solo CoreDuo/Core2Duo), uno strumento software aggiornato il mese scorso che offre il controllo totale su vari aspetti della CPU: temperatura, frequenza e voltaggio. Agendo su questi parametri sarà possibile modificare il comportamento del portatile per ottenere un risparmio di consumi e una riduzione del riscaldamento, senza per forza lavorare lentamente, questa soluzione elimina il problema alla base.
Il software costa 10 dollari (più 2,5 di tasse per l’EU) in singola licenza ed è disponibile per il download con funzionalità limitate. Solo chi acquista il seriale può cambiare la frequenza e la tensione del processore.
Magnus Lundholm ha inoltre lanciato il CoolBookTester per provare la prossima versione di CoolBook e inviare segnalazioni, consigli e pareri sul comportamento del software. Gli utenti registrati hanno infatti l’opportunità di provare le nuove funzionalità per la prossima generazione di CoolBook che offre una intensificazione dinamica della frequenza più facile. L’ultima versione beta dovrebbe essere disponibile all’indirizzo: www.coolbook.se/beta/CoolBookTester.zip.

2 commenti a “Controllo totale sul calore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *