Braid

Noi utenti apple, se confrontati con quelli pc, eravamo abituati alla scarsa presenza di giochi per il nostro OS preferito (del resto la maggior parte degli utenti mac storici, usa il computer principalmente come strumento di lavoro). Ancora oggi il paragone non regge, ma stiamo avvertendo una sensibile inversione di tendenza, parecchie software house infatti, si stanno interessando a macosx visto il costante aumento di quota di mercato che Apple sta guadagnando).
Ed ecco che anche Number None realizza la trasposizione del famosissimo Braid. E qui la notizia e di quelle bomba visto il successo di vendite e critica che il titolo ha riscosso.
Il gioco nasce come un classico platform (stile Super Mario -per intenderci), arricchito da una colonna sonora e da una veste grafica di gran classe. A tutto ciò vanno aggiunti elementi puzzle dove bisogna risolvere diversi “rompicapi”, e dove l’elemento “nuovo” e di “rivoluzione” è incentrato sul concetto di “Manipolare il tempo” (infatti premendo un pulsante si torna indietro in una sorta di “rewind” che va sfruttato nel gameplay). Un’esperienza nuova e da provare! Bisogna giocare a Braid così come viene (Come ha consigliato lo stesso Jonathan Blow, sviluppatore di Braid nel blog ufficiale) senza accanirsi eccessivamente per superare fasi complesse e senza usare una guida per “finire” un gioco in cui si fà presa sull’abilità del giocatore. Bisogna “entrare” nelle meccaniche del mondo ed usarle a proprio vantaggio.
Per una volta ancora, anche noi utenti Mac, possiamo gustare appieno ciò che ha già colpito lo scorso agosto tutti i possessori di Xbox 360 e, più recentemente, anche quelli Win: classe, giocabilità e divertimento. Assolutamente da provare!
Il titolo è disponibile al download attraverso il portale PlayGreenhouse.com, e costa 14.95 dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *