B come book, b come band

Massimo Biolcati, bassista jazz italo-svedese, realizzò nel 2008 iRealBook per iPhone, un software per raccogliere e riprodurre spartiti musicali. Il musicista, che da anni vive e lavora New York, in una recente intervista ad Andrea Gilardoni per Macitynet ha detto:“Suono molta musica originale con vari artisti. Succede sempre più raramente di suonare standard jazz e quindi tendo a dimenticarli. Ho pensato che sarebbe utile avere un promemoria in tasca con quelli più comuni. Provai inizialmente ad inserire dei PDF nella Photo app dell’iPhone, ma i risultati furono insoddisfacenti. E così decisi di fare un’applicazione ad hoc. Anche se non faccio musica elettronica e suono uno strumento prettamente acustico, in fondo credo che programmare sia un processo creativo molto simile alla composizione”. Successivamente fu eseguito il porting per iPad e poi anche per Mac partendo dal codice usato per iPhone.
In questa nuova versione iRealBook è diventato iReal b 2 per una questione di diritti d’autore, e non include più alcun brano. Tuttavia chi aggiorna non perderà i propri brani ed inoltre migliaia di brani già pronti per essere inseriti sono disponibili nel forum dello sviluppatore.

Nella nuova versione 2.0 sono inclusi 50 esercizi su comuni progressioni armoniche; aggiunta la funzione di esportazione audio in WAV e AAC; aggiunti 5 nuovi stili Pop (Soul, Smooth, Disco, Reggae e Shuffle); aggiunto la notazione con il sistema a numerazione Nashville (per i brani singoli o come impostazione globale).
Biolcati garantisce che la sua è una applicazione professionale per musicisti e studenti di musica di tutti i livelli. Permette di creare, editare, stampare, condividere e collezionare partiture ad accordi dei brani preferiti per l’utilizzo durante i concerti e per esercitarsi con accompagnamenti realistici di piano (o chitarra), basso e batteria generati su ogni partitura scaricata o creata dall’utente.
Il materiale incluso è certamente abbondante: 12 stili Jazz, 7 stili Latin e 10 stili Pop per le basi di accompagnamento e 50 esercizi su comuni progressioni armoniche; inoltre è possibile creare Playlist multiple personalizzate; effettuare la trasposizione di tutte le partiture a qualunque tonalità (con trasposizione globale in Mi-b, Si-b, Fa e Sol per strumenti a fiato) incluso il sistema a numerazione (sistema di Nashville).
La comunità di iReal b permette di scambiarsi partiture facilmente via e-mail o attraverso i forum, bisogna tuttavia ricordasi di fare un backup dei brani regolarmente.
Il nuovo iReal b è disponibile per il download su iTunes App Store a 5,99 euro (nella versione iOS) e nel Mac App Store a 10 euro in più, che richiede Mac OS X Snow Leopard.

3 commenti a “B come book, b come band”

  1. Il software non è al momento disponibile sullo store italiano. Da ex-bassista, giudico l’applicazione moolto interessante, da provare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *