Archiviare CD e DVD di dati sul Mac

CDFinder, è sicuramente il migliore software per catalogare i propri CD, DVD, iPod, Dischi di rete, Audio-CD, PenDrive e qualsiasi altro volume attivabile nel Finder, per poter eseguire rapidamente la ricerca tra numerosissimi file archiviati.
Nel corso della giornata di ieri è stata rilasciata la versione 5.1.1, un aggiornamento che porta a corredo numerose funzioni aggiuntive, ma le più interessanti riguardano l’integrazione con QuickLook in Leopard, per un’anteprima immediata e generosa del documento; la catalogazione delle copertine e dei metadati inclusi negli AIFF; ed il supporto delle coordinate GPS per individuare il punto esatto dello scatto di un’immagine rilevabile con Google Earth (coincidenza anch’esso aggiornato ieri).
Altre migliorie riguardano la stabilità e la compatibilità con l’ultima versione di Mac OS X.
L’interfaccia introdotta con la versione 5 non ha subìto modifiche, ma la visualizzazione delle anteprime risulta migliore, mentre l’affidabilità dei cataloghi e la ricchezza di informazioni archiviate ne fanno uno strumento imbattibile per la consultazione dell’archivio.
Certo chi ha comprato Toast può affidarsi a DiscCatalogMaker incluso nel pacchetto, ma i 25 euro richiesti per CDFinder sono davvero pochi in cambio delle numerose funzioni offerte, inclusa un’integrazione altissima con il software di masterizzazione di Roxio.
È disponibile sul sito ufficiale, anche per Mac OS 9 e per Windows, il download dell’applicazione, che in versione non registrata permette la catalogazione di soltanto 25 volumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *