Applicazioni Windows senza Windows

È inutile negarlo, sono numerosi i programmi per Windows mai realizzati per Mac, e spesso tra questi può esserci proprio una determinata applicazione per qualche verso “insostituibile”. Sebbene il Mac sia l’unico computer al mondo che permetta (legalmente) di utilizzare oltre a Mac OS X anche Linux e Windows, il prezzo da pagare è abbastanza alto, e cioè bisogna per forza installare Windows su Mac, sia tramite una macchina virtuale (a pagamento o gratuita) o addirittura sacrificare una preziosa partizione dell’Hard Disk (tramite Boot Camp) per installare il Sistema Operativo di Redmond sul proprio Mac.

Da circa cinque anni esiste anche un’alternativa da non sottovalutare, offerta da CodeWeavers, sicuramente con meno potenzialità delle altre, ma estremamente interessante. CrossOver Mac segue una terza strada, offrendo la possibilità di utilizzare alcune applicazioni destinate a Windows anche sul Mac, e tutto questo senza richiedere Windows. Il programma è basato sulla stessa tecnologia usata per le sue soluzioni Linux di CodeWeavers: un progetto open source chiamato WINE, con prestazioni (tranne quelle grafiche) paragonabili a quelle offerte nativamente sotto Windows. In pratica CrossOver Mac si preoccupa di offrire al programma PC gli elementi indispensabili per girare, e non il Sistema di Redmond per intero.
Inoltre sempre dello sviluppatore sono CrossOver Linux e CrossOver Games, i cui nomi già dicono tutto. proprio ieri è stato rilasciato il nuovo CrossOver Mac 9.0.0, dal look nuovo look “Bold” e con il processo di installazione dell’applicazione completamente riprogettato. Secondo CodeWeavers adesso è sensibilmente più veloce nella creazione degli elementi di supporto alle applicazioni. Inoltre offre alcuni miglioramenti in Internet Explorer (per quello che può servire) ed in particolare per IE7, altri importanti miglioramenti riguardano Microsoft Office (specialmente le macro di Word ed Excel dovrebbero funzionare tutte) e la stabilità di Outlook. Arriva anche un supporto, seppur limitato, per Quicken 2010 ed infine guadagna tutte le migliorie ereditate da WINE 1.1.34, per un totale di 7.578 patch, troppe per poterle riportare.
CrossOver Mac in versione Standard costa 37 euro, mentre CrossOver Mac Professional costa quasi il doppio (64 euro) più 9 euro aggiuntivi se si preferisce, alla versione download, la spedizione del CD.
Fortunatamente è possibile usarlo gratuitamente per 30 giorni, al fine di valutarne prima la sua efficacia e la compatibilità con le applicazioni Windows da far girare sotto Mac OS X. La demo, localizzata solo in inglese, francese e giapponese, si scarica dal sito del produttore dopo aver fornito un indirizzo e-mail (non per forza principale) ed un nome tramite l’apposito form. Questo link diretto per il download potrebbe tornare utile a qualcuno.
L’installazione si effettua tramite drag and drop e occupa circa 140MB sul disco per la sola applicazione. Se ne sconsiglia l’uso solo per provare, poiché per certi versi è più invasivo di una macchina virtuale.

5 commenti a “Applicazioni Windows senza Windows”

    1. Non esistono stampanti compatibili solo con windows.
      Se specifichi marca e modello, sicuramente i driver per Mac vengono fuori.

  1. Ah, si? e allora, per favore, trovatemi i driver per Mac della Konica Minolta Di1610. Sono quasi due anni che cerco invano…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *