Adobe Reader 9.1 risolve la vulnerabilità con JavaScript

Ogni promessa è debito… e a distanza di tre lunghe settimane dallo scorso 19 febbraio, la casa di San José rilascia il primo aggiornamento per Acrobat relativo alla falla critica che affligge il popolare Reader targato Adobe.
Come attualmente noto, il grave problema riguarda alcuni file PDF con incluso un JavaScript costruito ad hoc, che oltre a provocare il crash del software, potrebbe permettere l’esecuzione di codice arbitrario da remoto. In alcuni casi un hacker potrebbe sfruttare la debolezza del programma per avere accesso al computer ed riuscire addirittura a controllare il computer del malcapitato, installare software maligno, eliminare documenti o carpire informazioni riservate.
La falla, che interessa le versioni 7, 8 e 9 nelle versioni Reader, Standard, Pro ed Extended, viene fissata dagli sviluppatori di Adobe, dando la precedenza ai più diffusi Adobe Reader 9 e Acrobat 9, tramite degli aggiornamenti rilasciati poche ore fa e disponibili per il download dalle pagine apposite del sito. A breve dovrebbero essere rilasciati gli altri aggiornamenti a scaglioni relativi alle varie versioni del software soggette al problema.

Un commento a “Adobe Reader 9.1 risolve la vulnerabilità con JavaScript”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *