Addio foto scialbe!

Un saluto a tutti, sono qui su iMaccanici, fabio cf e per quanto possa essere ancora un “lurido switcher” invece di foto e fotoritocco ne so un po’. Visto che qui la fotografia non è proprio una passione unanime comincerò dall’inizio: Cos’è un HDR.
In parole molto semplici è un sistema per risolvere l’annoso problema dei fotografi, ovvero è meglio privilegiare le luci o le ombre? Con le luci troppo forti non avrò mai dei bei cieli ma se scurisco le luci allora le ombre diventeranno nere e perderanno tutti i particolari…
E allora? Allora gli HDR (High Dynamic Range) si ottengono scattando una serie di fotografie con la medesima inquadratura (meglio usare un cavalletto) ma con esposizioni variabili e sovrapponendo il tutto, con un software di fotoritocco, in un unico file. Le esposizioni degli scatti varieranno da una foto fortemente sottoesposta (quasi nera) ad una talmente sovraesposta, cioè quasi bianca. Già vi sento, laggiù in fondo… sì che noia, il cavalletto, il peso, la ragazza che non si ferma… (vanno rese partecipi o addestrate che dir si voglia), le vacanze di 2 giorni soltanto…
E qui entra in gioco HDRtist Pro dai creatori di Permissions Reset e che consente di fare tutto o quasi anche con una sola foto quando oramai siete tornati a casa e le ferie sono solo un ricordo.
L’applicazione è molto “Mac Style” e questo non guasta, una volta lanciata apre un pannello che consente anche di trascinare le nostre immagini o cercarle per le nostre cartelle col classico +. Un ulteriore menù, diviso in tre pannelli, consente molti tipi di setting, da quelli predefiniti con un clic ad un aggiustamento fine e personalizzato con una bella serie di cursori, che ricorda una versione semplice di Aperture e/o Lightroom.
A chi è destinato questo programma? Forse non ai professionisti, ma a tutti quelli che vogliono avvicinarsi alla fotografia in modo diverso dal solito piatto album di 10×15, per chi vuole iniziare a fare una selezione dei propri lavori. Mi sento di consigliarlo ai più svogliati perché veramente semplice da usare, anche se non localizzato in italiano.
Per i più volenterosi c’è Gimp complicato ma gratis, che non è poco visto il costo di Photoshop che è sempre complicato e appunto vuole (e vale) un sacco di soldi, come tutti i programmi seri e molto belli. HDRtist Pro è disponibile per il download dal sito ufficiale in versione demo ed il costo di una licenza è di 29.99 dollari.
Io sono qui invece: www.flickr.com/photos/obelix_1962/.

Un commento a “Addio foto scialbe!”

  1. Beh, io sono tra gli appassionati di HDR..
    Per chi ha voglia di sperimentare, tra i software gratuiti c’è Luminance, che una volta si chiamava Qtpfsgui, impronunciabile in qualunque lingua terrestre!
    http://qtpfsgui.sourceforge.net/

    Ma tra quelli a pagamento il mio preferito resta Photomatix (http://www.hdrsoft.com/it/index.html), anche in italiano, ma costa la bellezza di 84 euro!!

    E dopo ore e ore di esperimenti, magari ci scappa il topolino

    🙂


    iMac i5; MB 2,2Ghz 4 Gb Ram HD 320Gb/7200rpm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *