9 giugno 2010: Appuntamento con Lux

Chi si aggiorna vale di più… e lo può fare anche attraverso una serie di libri e manuali tecnici autorevoli. Questo condivisibilissimo slogan dell’editrice Tecniche Nuove rispecchia la natura del vero utente Mac, che irresistibilmente è portato ad avere con se strumenti di lavoro o di svago sempre aggiornati, dall’hardware al software.
Tra le opere disponibili nell’area tematica Informatica della casa editrice, spiccano grandi firme internazionali e costosi volumi (anche di mille pagine) dedicati al Mac o a programmi professionali.
È invece un piccolo brossurato, di “appena” 176 pagine, l’ultima pubblicazione di Lucio Bragangolo, uno dei Mac User più acuti che abbia mai conosciuto. Lux scrive regolarmente per varie testate, come Macworld Italia e il Corriere del Ticino. La sua piccola creatura “Tutti pazzi per iPad” costa meno di 8 euro e promette di illustrare quanto c’è da sapere su iPad, l’invenzione Apple più discussa degli ultimi tempi: il dispositivo che rivoluziona tutto quello apparentemente già rivoluzionato; Internet, libri elettronici, didattica e tutto il resto.
Nel libro vengono affrontati il fenomeno della crescente produzione di accessori, il software su misura, le discordanti discussioni in rete di scettici ed entusiasti sul dispositivo Apple, ma soprattutto l’impatto con il mercato, dove ha già imposto un primato diventando rapidamente il tablet più venduto di sempre.
Non avendo avuto ancora la possibilità di leggerne una copia, ci limiteremo a riportare quanto scritto sul sito dell’editore: nel libro si parla di utilizzi canonici, per esempio l’acquisto e la consultazione (o la creazione) di libri elettronici, e meno canonici, come il supporto multimediale alla didattica, la fornitura di un computer veramente più facile agli anziani, la possibilità di rivoluzionare i campi più disparati (dalla cartella clinica ospedaliera fino alla manipolazione con le dita di fogli di calcolo) e i videogiochi, i cui produttori hanno a disposizione per la prima volta una via di mezzo tra la console tascabile e quella da salotto.
Vengono anche analizzate alcune diatribe di carattere tecnico relative alla dotazione software e hardware di iPad, spiegando il perché delle scelte tecniche compiute. A completamento, compare anche una sezione di puro intrattenimento sulle parodie di iPad apparse su Internet. Una cronaca e contemporaneamente un’analisi del fenomeno iPad tutta da sfogliare con la dita… esattamente come iPad.

Sul sito del POC, dove Bragagnolo scrive quasi quotidianamente, si apprende che mercoledì 9 giugno a partire dalle 18:30 in @Work Milano, via Carducci angolo galleria Borella (MM1 Cadorna, MM2 S. Ambrogio), l’autore presenterà il suo nuovo libro. Quale occasione migliore per stringergli la mano e comprarne una copia con autografo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *